martedì 14 ottobre 2008

Semifreddo di fichi d'india con salsa di cachi e melagrana

Semifreddo di fichi d'india in salsa di cachi




Torniamo alle ricette dai sapori e profumi tipici Siciliani. Oggi vi presento un dessert che ho creato in questo periodo.Ispirato dalla grande produzione di fichi d'India e di cachi (loti), ho pensato di abbinare i due sapori in modo fresco con tocco di asprezza dovuta ai chicchi melagrana.


Ingredienti:

14 fichi d'india

5oogr di panna da montare

12 uova

300gr di zucchero

20 cachi (loti)

melagrana q.b.

Procedimento:

Prendete i fichi e passateli al passa verdura. raccogliete la polpa e filtratela ulteriormente al setaccio (di grana media).

separate i tuorli e gli albumi. i primi montateli con lo zucchero sciolto in poca acqua( questo serve a rendere cremoso il semifreddo e non sentire i cristalli sotto i denti). Dopo almeno 10 minuti che montano i tuorli montate la panna senza zucchero. e in ultimo gli albumi a neve fermissima.

unite delicatamente tutti gli ingredienti riservandovi per ultimo gli albumi che inserirete mescolando dal basso verso l'alto per incorporare ossigeno.

mettete nelle formine elascaiet in congelatore almeno 3 ore.

Per la salsa dovete semplicemente passare al passa verdure i cachi e disporre un cucchiao di salsa sul piatto dove poi andrete ad adagiare il semifreddo. rifinite con dei chicci di melagrana.

23 commenti:

Onde99 ha detto...

Magistrale, come sempre!

Anonimo ha detto...

Ciao a te carissimo Andrea e a tutti quelli che passeranno a far visita al tuo bel blog .
Che dire non ci sono parole .
Complimenti di cuore.
A presto Laura

Pamy ha detto...

bello buono e colorato!!
mi piace baci

andrea matranga ha detto...

ciao onde99. grazie sei sempre troppo buona.



ciao laura. sentirti è sempre un gran piacere. grazie.


ciao pamy. grazie di cuore.

Claudia ha detto...

questo è un peccato di gola che farò sicuramente...

Anonimo ha detto...

mhhh maestro sposami!!! in sicilia che ci si beve su questo piatto?
distinti saluti dal marmiton marco mi saluti marcello valentino
www.chefmarco.splinder.com

Gunther K.Fuchs ha detto...

i comlimenti sono sempre pochi rispetto alla meraviglia della ricetta, bell'armonia di sapori fichi d'india, melograna e cachi, mi verrebbe da chiamarlo sinfonia d'autunnno

andrea matranga ha detto...

ciao Claudia. w i peccati.


Ciao marco. grazie ma declino l'invito io sono allergico ai maschi. mi spiace ma io marcello valentino non lo conosco personalmente.


Ciao gunther k.fukhs. grazie chiamalo pure così il nome mi sembra bellissimo. Io uso chiamare i piatti con gli ingredienti che lo compongono , che sono poi gli attori principali.

princicci ha detto...

NON CI CREDO......stavolta hai messo insieme le cose che amo di più : fichi d'india, cachi e melograna!!!!!come si può resistere ai tuoi piatti?????impossibile!!!!!!!!!!!!!!a presto claudia

unika ha detto...

Manu del blog http://dadomanumarcolucachiara.blogspot.com/ ha ideato una raccolta molto interessante...in questo periodo dell'anno sfido chiunque a non essere interessato a ricettine dietetiche...passa da lei e partecipa anche tu alla raccolta...:-)
Annamaria

Aiuolik ha detto...

Adoro i fichi d'india e il gusto della melagrana mi piace molto...che devo aggiungere?
Sarò a Palermo per due giorni a novembre...riuscirò a mangiare qualcosa di supertipico e superbuono? Spero proprio di sì :-)

Ciaooo,
Aiuolik

andrea matranga ha detto...

Ciao aiulik.certamente avrai l'imbarazzo della scelta.

Susina strega del tè ha detto...

sbav sbav!!!!!!!

andrea matranga ha detto...

ciao susina, fatti sotto, mano al cucchiaino.

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, approfitto del tuo blog per farti una domanda sulla tua terra. Un amico in vacanza nei pressi di Mazara del Vallo e' andato a cena e insieme al pesce crudo diciamo alla mediterranea gli hanno servito delle salse all'arancia e limone consistenti tipo maionese. Mi potresti dare le ricette, devo appunto fare una cena tra amici e mi piacerebbe stupire.
Un grazie sincero e un bacio a te che sei mitico a farci conoscere tante ricette siciliane, io sono di Varese e non ho ancora avuto il piacere di visitare la tua terra.
Patrizia

andrea matranga ha detto...

ciao patrizia , grazie sei gentilissima. Io non so cosa abbiano preparato i miei colleghi, dovrei vedere per capire. ma penso che possa trattarsi di mostarda di arance.MOSTARDA DI ARANCE

Ingredienti:
2.2 kg di arance,
circa 600 g di zucchero,
300 ml di aceto bianco di vino,
qualche peperoncino(facoltativo)
sale q.b




Procedimento:
Sbucciare Tagliare a vivo le arance
Mettere in pentola e sul fuoco per 50 min finche' finchè non diventi tipo marmellata.A questo punto aggiungere un cucchiaino di sale, lo zucchero e l'aceto e far cuocere per un'altra ora circa.
Versare nei vasi puliti e procedere come con tutte le marmelllate.
Si conserva benissimo anche per lungo tempo.Il problema è che appena si fredda si solidifica. Ti consiglio di metterne prima del servizio qualche cucchiaiata in una ciotolina e poi la riscalda per 10-20 sec nel microonde giusto per scaldarla leggermente e farla ammorbidire.

Anonimo ha detto...

Grazie Andrea sei stato gentilissimo, come sempre del resto. Faro' sicuramente questa mostarda e so che non mi deluderai!!!
Un bacio, Patrizia

Daniela ha detto...

Un vero peccato di gola!!!!!!!!!!!!
baci

sciopina ha detto...

ciao andrea! Sono molto felice di aver fatto la conoscenza virtuale del tuo blog. Verrò a farti visita e a rubarti tante ricette molto spesso!
a presto
sciopina

andrea matranga ha detto...

ciao patrizia, grazie, lo spero.Fammi sapere.

Ciao daniela, io sono un grande peccatore


ciao sciopina, il piacere è reciproco, accomodati pure.

giusy ha detto...

stupefacente
l'abbinamento dei due frutti !!!!!
vorrei proprio provarli!
sarà delizioso!
a proposito, qual'è il tuo ristorante??
ciao buon fine settimana
baci giusy

Pawèr+Littlefrog ha detto...

certo che tu spazi da un continente all'altro con una facilità estrema...sei ecceziunale veramende!!!

andrea matranga ha detto...

ciao giusy, grazie ma se proprio li vuoi preparati da me mi dovrai commissionare un servizio catering, perchè io non ho ristorante a Palermo. Io faccio il consulente in giro per l'Italia e nel mondo. Poi organizzo corsi all'estero per cuochi che vogliono migliorarsi nella cucina Italiana.Oppure ci si vede qualche pomeriggio con le famiglie e facciamo merenda. Ciao



ciao pawer +littlefrog. Grazie,Si amo Viaggiare.

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga