sabato 26 novembre 2016

Povero si ma sporco picchì?



"Povero si ma sporco picchì?". Bene, questo piatto rappresenta esattamente ciò che ho sempre sostenuto: il bello e il buon gusto non sono MAI dati dal valore. Questo piatto si può realizzare con ciò che avete in casa: fettuccine da market 89 cent chilo, asparagi congelati 3 euro chilo, patate e uova di Lompo. Ahahah, certo non è alta cucina..ma è quello che la maggior parte degli italiani ha in frigo.. imparate ad arricchire e a valorizzare quello che avete e non ciò che potreste avere.

Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Una bella intervista per il quotidiano di fukui-ken.


Stamattina uscendo dall'hotel per andare al ristorante, abbiamo visto le signore del front office tutte felici che sventolavano il giornale... al suo interno un bellissimo articolo scritto dal quotidiano di Fukui che parlava di me...una bella soddisfazzione




Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Articolo su Rivista in Giappone




Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Tortino di nocciole del Piemonte, gelato vaniglia e salsa tiepida al moscato



Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Video | “I Porcini di Scorace”, Ieri il convegno e il cooking show dello chef Andrea Matranga




Per il video della serata  clicca il link sotto
http://www.tvio.it/2016/10/30/video-i-porcini-di-scorace-ieri-il-convegno-e-il-cooking-show-dello-chef-andrea-matranga/

Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Riso nero, gambero rosso di Mazara in purezza , asparagi, zeste di verdello siciliano e mantecato con il succo delle teste dei gamberi




venerdì 20 maggio 2016

Polpo affumicato al legno d'ulivo, con patate arrosto e fagioli di soia in due consistenze"

Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Riso nero con salmone cotto e crudo,burrata di bufala e zeste di limone verde siciliano


Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Spinaci con burrata di bufala ,calamaro marinato e uova di riccio di mare

Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

Fettucine con asparagi e patate

Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

venerdì 22 gennaio 2016

carpaccio di manzo giapponese tartufo bianco su corteccia di Ciliegio

.Ho usato la corteccia di ciliegio, poi  ho ricostruito un ecosistema giapponese usando manzo giapponese con Takè(funghi giapponesi) in diverse consistenze: dal crudo, al carpaccio, per chiudere con quello grigliato, ed erbette spontanee, infine scaglie di tartufo bianco per chiudere con una nota di grande profumazione e servito al cliente con una nebbia (tipica dei boschi giapponesi),riprodotta  con l'affumicatore da tavolo



giovedì 11 dicembre 2014

Arancina Palermitana

































Ingredienti :per 4 persone

400 gr. di riso
1 lt. di acqua
100 gr. di burro
12 gr. di sale
3 foglie di alloro
un pizzico di zafferano

Procedimento:

mettete tutti gli ingredienti nell' acqua tranne il riso. Portate a bollore ed aggiungete il riso. Abbassate la fiamma al minimo, mescolate* e fate evaporare tutta l'acqua senza mai più mescolare. Una volta pronto preparate le palline per il condimento, che possono essere di diversi tipi ma i due classici sono: uno con carne , l'altro con besciamella e prosciutto. Il primo si ottiene con una salsa tipo bolognese molto densa con aggiunta di piselli. La seconda invece la si ottiene con una besciamella molto soda e vi si aggiunge del prosciutto cotto e mozzarella tagliata a dadini .Fatto ciò si spalma una parte di riso su un palmo di mano , vi si adagia il condimento e si richiude con altro riso formando una pallina. Fatto questo immergete prima la pallina in un composto di acqua e farina dalla consistenza cremosa e poi nel pangrattato. Per ultimo la friggete in abbondante olio. Avrete ottenuto delle croccanti arancine.

* Si mescola solo una volta esattamente quando mettete il riso, per dargli modo di incorporare i sapori che vi sono dentro l'acqua. Poi non si mescola più per non disperdere l'amido del riso nell' acqua perchè ci servirà a tenere compatte le palline.

venerdì 11 ottobre 2013

Altro articolo che parla di me su quotidiano di fukui-shi

Traduzione in Italiano:


Lo chef carismatico venuto a Fukui dall'Italia

Andrea Matranga

La selvaggina di Fukui, “un tesoro”

Ricerca gastronomica fino al mese prossimo

“Proprio cibi a noi più vicini sono il nostro tesoro”, così parla il carismatico chef italiano Andrea Matranga, presso Ristorante Cascina, Fukui-shi Bunkyo Icchome.

Questo chef dal carisma italiano che soggiorna a Fukui per fare ricerca gastronomica e cucina creativa, ha anche un occhio di riguardo verso la selvaggina. “Quella di Fukui non ha nulla da invidiare a confronto con la carne di cervo e di cinghiale europea”, così ha dato il suo sigillo di garanzia. Riferendosi invece alla situazione attuale di sterminio e spreco: “Non posso crederci! Bisogna gustare con gratitudine certi tesori della natura!”.
(Country Office - Naoki Ito)

Andrea Matranga, 45 anni, nato in Sicilia, personalità con svariate uscite televisive in famosi programmi di cucina in Italia. Ha anche partecipato alla cena per il festeggiamento del 150° anniversario dell'unità nazionale. Il suo nome è conosciuto in lungo e in largo in Italia, dalle casalinghe fino al mondo delle celebrità.
Proprio da chef nato nel paese di origine di Slow-food che si occupa di valorizzare i prodotti del territorio, “Penso che sia più appropriato portare avanti la mia sfida in un palcoscenico come Fukui dove ci sono molto prodotti eccellenti a chilometro zero, piuttosto che in una grande città dove è necessario avere tante spese di spedizione e consumi energetici per ottenere la merce.”
Già venuto al ristorante italiano “Ristorante Cascina”, Fukui-shi Bunkyo Icchome, 7 anni fa in qualità di consulente di cucina, ha mantenuto i rapporti e da Aprile è tornato a Fukui per restare fino agli inizi di Luglio. Presso lo stesso esercizio offre una cucina creativa che utilizza prodotti locali quali verdure, erbe selvatiche frutti di mare, etc. Recentemente, con la collaborazione dell'ufficio generale dell'agricoltura e delle pratiche forestali di Fukui, che si occupa anche di selvaggina, ha realizzato una degustazione di cinghiale e cervo presi dai cacciatori locali.
Dopo aver tritato finemente gli ingredienti e averli fatti rinascere come salsa per la pasta, ha detto: “Rispetto alla carne di cinghiale italiana il sapore e il profumo sono più delicati: non hanno molto odore di selvatico. La carne è tenera, va bene anche per preparare il nikujaga.”
L'esplosione demografica di cervi e cinghiali ha portato seri danni all'agricoltura. Riguardo il conseguente abbattimento di grandi quantità di esemplari ha detto: “Che spreco! Se ci fosse qualcosa che possa fare per aiutare ne sarei felice.” Pensando alle eventuali opportunità future e volendo tornare a Fukui: “Sarebbe bello poter insegnare alle casalinghe giapponesi la scuola italiana della cucina di selvaggina!”
“Ma non solo la selvaggina, il pesce, le verdure, il riso... anche le uova di galline allevate a riso erano ottime. Ci sono svariati ingredienti nei dintorni. Fantastico.” Mentre parlava della ricchezza dei prodotti della cultura gastronomica di Fukui, i suoi occhi carismatici luccicavano.

Un bellissimo articolo che parla della mia sfida a Fukui-shi


questa è la traduzione in Italiano: La sfida dello chef superstar Andrea Matranga.
“Una casa si costruisce dalle fondamenta”

Una foto di una vecchietta che lavora i campi a Fukui insieme a un uomo straniero. A vedere il sorriso lievemente timido della donna e quello gentile dell'uomo il cuore si calma. Non è forse questa l'impressione che chiunque ha guardando questa foto?

L'uomo della foto è Andrea Matranga, chef italiano originario di Palermo in Sicilia. Executive chef di Resort Hotel a livello mondiale, ha anche nel suo curriculum la collaborazione per la cena del 150° anniversario dell'unità italiana. Ha anche partecipato a lungo a programmi televisivi di cucina. Si tratta di uno chef molto famoso anche in Italia che unisce capacità e popolarità.

Questo chef così famoso ha scelto come sua prossima meta il Giappone, anzi proprio Fukui. Certamente saranno molti quelli che si chiederanno come mai un così grande chef venga a Fukui.
In effetti anche altri chef italiani hanno provato a chiedergli: “Uno bravo come te potrebbe guadagnare molto più facilmente, come mai non vai a Tokyo o a Osaka?”, dimostrando di non comprendere le sue azioni.

“Nel 2006, in qualità di consulente di cucina, avevo visitato il Giappone (Fukui) per la prima volta. La tradizione italiana e quella giapponese avevano per me molti punti in comune a livello spirituale e non mi ci volle molto per guadagnare interesse, stima e affetto per il Giappone. Anche una volta tornato a casa mi era rimasto forte il desiderio di tornare in Giappone ma non ne avevo avuto occasione.
Successivamente, nel Marzo del 2011, ci fu il grande terremoto del Giappone orientale. A sentire le notizie di tutte le persone disastrate mi venne un incredibile dolore al petto. Al contempo è nato in me il desiderio di contribuire a curare la società giapponese rimasta ferita dal disastro, così iniziai a pensare a cosa potessi fare in qualità di “Chef Andrea Matranga”.

Un modo di dire italiano dice che “una casa non la si costruisce partendo dal tetto ma dalle fondamenta”, ovvero costruire delle fondamenta solide è la cosa più importante che ci sia.
Io pensai che collaborare con la gente delle province creando e diffondendo una nuova cultura gastronomica potesse aiutare a crescete le cittadine di provincia, che ritengo essere le fondamenta del Giappone, e che esse fossero collegate al risollevamento di tutta la società giapponese, quindi, non da Tokyo, non da Osaka, decisi di far partire la mia sfida da Fukui, città benedetta da una gra varietà di ingredienti locali.”

In accordo con quanto detto da che è arrivato a Fukui in Aprile ha condotto senza sosta per riposarsi svariate attività quali coltivazione del riso, avicoltura, ispezione agricola di ortaggi locali, degustazioni di carne di selvaggina. Tutte queste attività le ha poi pubblicate su Facebook o sul suo blog diffondendole anche all'estero a partire dall'Italia. Non capiamo di preciso cosa ci sia scritto in italiano ma, dalle foto, si vede bene il suo atteggiamento sincero verso i vari luoghi e che sta apprezzando la nostra terra dal profondo del cuore. Forse sarà per via del fatto che alla base del suo pensiero c'è un'idea come la prossima.

“Avere la possibilità di presentare la propria cucina alla gente di alto livello certamente è un grande privilegio, un grande onore senza dubbio. Tuttavia io ritengo maggiormente preziose le persone che ogni giorno lavorano sul campo con tutte le loro forze dalla mattina alla sera. Quando rendo felice un cliente con la mia cucina, in buona parte il merito non è del mio lavoro ma di quelli che hanno faticato prima di me per darmi i loro “tesori preziosi”. Il mio modo di ripagare questi loro sforzi preziosi è quello di perfezionare le mie tecniche, di cucinare con l'anima e col cuore per valorizzarli.”

Coinvolto dal suo atteggiamento senza un filo di superbia, umile, rispettoso e riconoscente mi sono trovato senza accorgermene a dirgli: “Voglio fare il tifo per questa sua sfida!”, ecco come mi ha risposto:

“Non ho bisogno di gente che faccia il tifo per me. Quello di cui ho bisogno sono persone che portino avanti questa sfida insieme a me!”

Alla fine mi ha raccontato una sua aspirazione:

“Sono stato invitato a partecipare all'EXPO 2015 che si terrà in Italia a Milano e intendo parteciparvi. Sarebbe bello raccogliere anche questa sfida con tutta la gente di Fukui e mostrare a tutto il mondo dall'EXPO la bontà di Fukui.”

La sfida di Andrea Matranga continua...

Fotografo e interprete: Andrea Maniscalco
Collaborazione: Ristorante Cascina, Fukui-ken Fukui-shi Bunkyo icchome 40-1

lunedì 13 maggio 2013

Il pertchè ho scelto il Giappone e la città di provincia ....."Chosen" in Fukui -shi





 Mi sento chiedere continuamente perché ho fatto questa  scelta..In tanti , in Giappone, mi chiedono cosa mi spinge a scommettere su Fukui e non su Tokyo o Osaka come fanno tanti colleghi di successo. Perché uno chef  come me sceglie proprio Fukui? Io continuo a dire loro  che, a differenza di altri colleghi, io sono legato al Popolo Giapponese,  la mia è una scelta dettata dal cuore, ancor prima  che economica. Il Giappone è fantastico fatto di persone di grande dignità, senso del dovere e rispetto .Dopo la catastrofe che ha colpito l’intero Paese era per me un obbligo morale dare il mio contributo. Penso che il Giappone non si debba ricostruisce solo partendo dalle grandi città ma aiutando la vera spina dorsale di questo Paese, ovvero le Provincie, le Prefetture , che essendo più lontane e periferiche delle grandi città, maggiormente soffrono di questa situazione. Con il mio impegno a Fukui  spero di poter dare un impulso innovativo diretto ad un cambiamento di mentalità. Non  mi è mai piaciuto  “vincere  facile”, chi mi conosce sa bene di cosa parlo… Il popolo  Giapponese ama la definizione di “Chosen” . Ho imparato questo termine che mi sento spesso ripetere, significa il volere raggiungere tutti insieme un traguardo, indica l’impegno della collettività che coesa  può portare al raggiungimento di mete che altrimenti sarebbero   impossibili da realizzare. E’ un concetto  che sento mio come se lo avessi tatuato sulla mia stessa pelle. Mi sento amato e rispettato per questa mia scelta, e sono fiero di averla fatta seppur correndo tutti i rischi e accettando tutti i danni che ne potrebbero conseguire … sia fisici che di “carriera” . Fisici perché ovviamente si vive in un ambiente poco salutistico, visto l’ultimo disastro..Di carriera perché , vista la mia non più giovane età, a detta di molti colleghi , avrei dovuto scegliere  una meta meno rischiosa. …Ma così non sarei più ME STESSO.  Guardare negli occhi le persone e trovarci immensa gratitudine per quello che stai facendo  è una cosa che non ha prezzo, anche perché io non faccio null’altro che cucinare, non sono certo un luminare di scienza o un attore famoso , ma loro apprezzano la mia quotidianità nel cercare di promuovere la Provincia non solo in Giappone ma anche in Italia . Grazie anche a tutti voi , che mi seguite costantemente, ogni articolo che esce su di me , in cui si parla della mia scelta su Fukui , per loro è motivo d’orgoglio.  Spero solo che il mio esempio non rimanga isolato e che sia seguito anche da altri illustri colleghi ,diamo il nostro contributo affinché possa  tornare grande il Giappone..il Mondo ha bisogno di questa Nazione.

domenica 5 maggio 2013

Una cena gourmet....al Cascina di Fukui-Shi

 Una cena molto importante al Cascina di Fukui, una famiglia di quattro persone ha prenotato l'intero locale solo per loro. Ho prepararto un menù degustazione di otto portate..azzardando  perchè loro erano abituati alla cucina italiana tradizionale, quandi non essendo certo che fossero pronti per nuove esperienze sensoriali ho rischaito e non poco..Ma il mio carattere mi porta ad essere cosi.insomma alla fine....

La serata é andata talmente bene che la moglie del cliente mi ha detto che come stasera non aveva mai mangiato, il marito invece che sono il sensei del tartufo(quest'ultima mi sembra esagerata)..Cmq sono dei clienti che mediamente vengono 3 volte l'anno alla Cascina e pagano cifre da capogiro, ma capogiro proprio....Sono rimasti talmente soddisfatti, che hanno prenotato per domenica prossima, menù di pesce. Ovviamente tutto il ristorante prenotato per loro quattro si è alzata la media della loro presenza tre volte l'anno due volte in 15 giorni...azzo!!!! allego foto dei piatti del menù..manca solo quella del fois gras e del maialino nero marinato e affumicato al te rosso (non c'è stato tempo il fois si scioglie come un gelato )













Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

venerdì 19 aprile 2013

Articolo di Crea Japan

Un bell'articolo che parla della mia  esperienza in Giappone  clicca qui per leggere l'articolo







Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

martedì 26 marzo 2013

"Boutique del gusto" di Andrea Matranga

Vi presento la selezione completa dei miei prodotti per la Boutique del gusto c/o Ristorante Cascina -Fukui Pomodori ciliegino secchi, marmellata di Arance bionde e Brandy, marmellata di arance rosse e Rum, coneffettura di gelsi neri , tagliatelle di farina di tumminia, salsa di pomodoro ciliegino condita,Busiate di farina di tumminia , Miele di nespolo e miele di agrumi, olio extra vergine d'oliva nocellare di Castevetrano,marmellata di maderino e Cognac,marmellata di fragoline fiori di zaggara e champagne rosè, marmellata di limoni e Wodka 

"IO CI METTO LA FACCIA..."

venerdì 15 marzo 2013

Matranga In giappone grande articolo di ItaliaSquisita


Bellissimo articolo da parte di ItaliaSquisita che descrive  in modo dettagliato la mia nuova avventura in Giappone, focalizzando obiettivi e traguardi che intendo raggiungere, grandissimo lavoro della redazione e di Carlo Spinelli direttore della testata .  Clicca qui per leggere tutto l'articolo 





domenica 10 marzo 2013

Andrea Matranga in Giappone



Chiusa la trattativa con il Giappone (  contratto triennale).  Torno al mio vecchio ristorante giapponese  (Cascina )  di Fukui dove nel 2006 ho fatto da consulente.  Oggi entro in veste di responsabile della cucina del ristorante  occupandomi oltre che della qualità della cucina (rigorosamente con prodotti di alta qualita’ sia italiani che giapponesi) anche della politica aziendale (nocciolo duro durante la trattativa ) . Il progetto è quello di unire le due culture gastronomiche, coinvolgendo i migliori professionisti del settore enogastronomico dei due Paesi , le vere eccellenze .  L’obiettivo è quello di poter  creare un binario immaginario di collegamento tra i due Paesi , per cercare un confronto continuo e costante  per  poter crescere sia dal punto di vista tecnico che culturale.
 Avendo già lavorato in Giappone so che se le due culture si incontrano  può nascere qualcosa di veramente  nuovo ed innovativo , ho sempre pensato che l’uomo perfetto è un  mix di giapponese e Italiano: unire la genialità Italiana alla loro cultura del lavoro e fondere le due tecniche gastronomiche può  arricchire entrambi i Paesi.
Inoltre  poter aprire a nuovi  mercati di prodotti d’eccellenza  Italiani e viceversa  credo possa essere un volano importante per il nostro  modo di fare corporazione (cosa spesso carente tra colleghi italiani) . Il proprietario del ristorante ed io abbiamo ambizioni importanti, ci siamo prefissati degli obiettivi ben precisi che ovviamente sono “pericolosi” perché una cosa è fare certe cose a Tokio altra cosa è fare qualità a Fukui  (città di circa 800.000 mila abitanti, capoluogo della prefettura  -regione) . Io sarò impegnato anche nella promozione del ristorante in giro per l’Italia e per il mondo  con la speranza di poter dare un piccolo contributo a far uscire dal limbo la nostra cucina che è soffocata dalla crisi economica.

lunedì 4 marzo 2013

La scogliera e suoi elementi..(In acqua di chef)

Questo piatto è stato scelto per il concorso acqua di chef ,














concorso indetto da ItaliaSquisita. Un corcorso nazionale che si prefigge  che ha come  prerogativa utilizzo dell'elemento acqua. Ho cosi pensato di creare un piatto che ha un riferimento emozionale riproducendo in chiave gastronomica una scogliera lala scogliera dove da raggazzo passavo le giornate a pescare con gli amici di sempre per saperne di più cliccate QUI












Questo è l'inizio del post. E questo è il resto.

giovedì 31 gennaio 2013

Appuntamento da OSCAR"


Ricordate che qualche giorno fa vi avevo accennato di un incontro da” Oscar”?...E che, nelle settimane a venire, vi avrei svelato pian piano quello che stava succedendo? Bene siamo alla prima tappa. Sono stato contattato dalla Televisione Nazionale Giapponese Tbs che girerà alcune puntate di un programma molto seguito in Giappone:  “treno meraviglioso intorno al mondo” . Gireranno l’Italia in treno facendo tappa nelle varie regioni. In Sicilia faranno tappa a Palermo e desiderano intervistare due eccellenze siciliane riconosciute nel mondo e in particolare in Sol Levante. Non pensavo di  essere uno dei due siciliani prescelti,  la cosa  mi rende felice  e orgoglioso perché significa che ho lavorato bene e che in Giappone  si ricordano del mio operato, ma  la cosa straordinaria è che per questo evento sarò insieme ad un grande della nostra terra, uno che veramente ha portato lustro alla Sicilia facendo commuovere  milioni di persone in tutto il  mondo,ovvero Totò Cascio, il protagonista del film  “Nuovo cinema Paradiso “ per il quale ha vinto il premio oscar, amatissimo in Giappone e non solo. E poi …

Aspettate,aspettate non abbiate fretta ci sarà un seguito …  

giovedì 17 gennaio 2013

Tra i primi cento siciliani emergenti la New entry lo chef Andrea Matranga

Non ho parole questa mattina mi sono svegliato e come mia consuetudine sorseggio il caffè controllando le mail.quando leggo una mail di una amiche che mi informa che sono stato inserito  tra i primi cento personaggi emergenti della sicilia si Andrea Matranga e tra i primi cento personaggi emergenti siciliani del 2013  apro il link che mi ha mandato non riuscivo a credere a quello che leggevo sono troppo contento di tutta questa attenzione verso il mio operato nel mondo gastronomico ringrazio tutti quelli che mi seguono con affetto e stima ... per l'articolo completo clicca QUI







.

domenica 13 gennaio 2013

Riso & riso




Questo è un piatto di ispirazione Marchesiana,  alla sua non mantecatura a freddo con l'acqua delle ostriche (mitico risotto alle ostriche di Gualtiero Marchesi) Io invece di utilizzare  le ostriche uso l'acqua dei ricci filtrata che inserisco  nel riso appena esso è pronto e  lontano dal fuoco mescolando come se fosse una vera e propria mantecatura. Poco prima ho fatto stracuocere con della curcuma e scalogno del riso Basmati  che poi ho frullato e filtrato ottenendo una consistenza morbida  che disporrò sul fondo del piatto, sopra di essa dispongo il riso venere lavorato con l'acqua dei ricci e infine  concludo con   una crudità di gambero rosso siciliano,  il tutto condito  con scaglie di sale affumicato danese e petali ..questi piatto viene servito appena tiepido. Il contrasto delle due consistenze del riso è motivo di riflessioni... 
 E questo è il resto.

lunedì 19 novembre 2012

Spaghetti freddi con erba cipollina e Caviale beluga

Piatto che facevamo in Giappone al ristorante cascina, è un antipasto molto semplice nella sua esecuzione, non è altro che degli spaghetti freddi amalgamati con olio extra vergine d'oliva, erba cipollina e infine del caviale Beluga. Grande materia prima per un grande piatto!

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga