martedì 13 maggio 2008

Anelletti al forno alla Palermitana.

anelletti al forno alla siciliana



Se c'è una pietanza che più ci possa rendere orgogliosi della nostra terra questi sono gli anelletti al forno.
Un tipo di pasta che si trova solo in Sicilia che prende il suo nome proprio per la sua forma ad anello
Una pietanza ricca di proteine carboidrati grassi etc.. chi più ne ha più ne metta.
Si usa prepararlo per i giorni di festa non solo perchè così ricco, ma anche per la sua lungaggine nella preparazione.Io proverò a semplificarlo, pensate che per la cottura ottimale della salsa tipo bolognese ci vogliono almeno 3 ore

Ingredienti per 6 persone:

500 gr di anelletti

4 melanzane nere

1,5 lt circa di salsa tipo bolognese con piselli

500 gr di besciamella

200 gr di prosciutto cotto

600 gr mi mozzarella

4 uova sode ( versione catanese)

pangrattato q.b.

pecorino grattugiato q.b.


Procedimento:

Tagliare le melanzane per lungo immergerle in acqua e sale, strizzare e friggere, contemporaneamente in una teglia da forno spalmate dell'olio facendo attenzione che ogni sua parte sia ben unta servirà a far aderire il pangrattato che andiamo subito dopo a mettere.Una volta fritte le melanzane asciughiamole dall'olio superfluo e adagiamole sulla teglia. Cuociamo la pasta lasciandola quasi cruda perchè finirà di cuocere in forno. Scoliamola e mischiamola alla salsa tipo bolognese e besciamella, mettiamo un primo strato dentro la teglia e poi mettiamo il prosciutto la mozzarella e per ultimo il pecorino, ricopriamo con il resto della pasta e inforniamo a 180° per circa 25 minuti. sformiamo e buon appetito.

61 commenti:

Adriano ha detto...

queste sono le cose che mi fanno "uscire scemo", specie ora che sono a dieta :((
mi togli una curiosità, perche bagni le melanzane in acqua e sale? Sostituisce la salatura per spurgarle?

Anonimo ha detto...

buona buona.....per fortuna io gli anelletti li trovo anche qui a Mozzarellandia....santo Despar!!!!Sempre bravissimo e simpatico
bacioni
claudia

Anonimo ha detto...

buoni, grande sicilia. ossequi ad un siciliano come te.
Ciao benni

paola ha detto...

Buona! questa è un'altra ricetta che ruberò!! ;)!

A proposito, volevo avvisare che la ricetta di Andrea è stata pubblicata sul sito www.prenotable.com!

Grazie Andrea, le panelle erano davvero deliziose!

a presto
Paola

NADIA ha detto...

Wow, un piatto leggero eh!
Ma che importa, si vive una volta sola, anche per gustare queste leccornìe! Bravo come sempre.
Nadia - Alte Forchette -

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Ma che bonta! Impazzisco solo a immaginare il sapore. Fantastici!

andrea matranga ha detto...

ciao Adriano, si le metto in acqua e sale per togliere l'amaro oltre la spugnatura.


ciao claudia, grazie un bacio



ciao benni. grazie sei gentilissimo

Ciao paola , grazie vengo a trovarti sicuramente.


ciao nadia, grazie si è vero si vive una sola volta e come dice ligabue: la vita non è in garanzia


ciao mucca pazza , grazie , devi provarla veramente.

Daniela ha detto...

ma tu ci vuoi tutti morti ...
mi fai una porzione e me la passi per il pc?
baci

caravaggio ha detto...

che bonu vasuneddi

andrea matranga ha detto...

ciao daniela, grazie ma che morti vivi e vegeti, allunga pure la mano che arriva.


ciao caravaggio, grazie

antonella ha detto...

Io gli anelletti li trovooooo....almeno quelli si! Buoni gli anelletti al forno...io pero` la besciamella non la metto negli anelletti!!!La prossima volta provero`....

Baol ha detto...

Devo ricordarmi di non aprire il tuo blog alle 12:50, prima id andare a pranzo, perchè poi vado a casa e rimango deluso :)

emilia ha detto...

Andrea ciao, ho provato anche io a fare dei timbali di anellini, ai bambini e' piaciuta da matti. Ottima preparazione la tua :)

andrea matranga ha detto...

ciao antonella, la besciamella li rende più morbidi.
un bacio

ciao baol, ma dai non esagerare.
grazie. un abbraccio


ciao emilia, immagino deve essere stata una festa.
un bacio

marjlet ha detto...

caro andrea, mi salvi la faccia visto che qualche tempo fa' ho fatto una figuraccia? :) da catanese doc non conoscevo gli anelletti :( avanti su... dillo che sono piu' conosciuti a Palermo! :)
per le melanzane pure io metto a bagno con acqua e sale, per i motivi da te detti ma anche perche'durante la frittura, specie per la norma,in cui le melanzane non vanno impanate, non assorbono molto olio... visto che il sale tende a far uscire i liquidi dall'interno verso l'esterno!
grazie per questa splendida ricetta
lety

andrea matranga ha detto...

ciao lety, grazie si esattamente, questa tecnica serve per evitare anche il troppo assorbimento di olio.
comunque forza sempre SICILIA tutte le nostre città sono megnifiche perchè diverse tra loro.
un bacio

Mirtilla ha detto...

e qui,sapendo quanto per voi palermitani e'catartico il momento,chiedo 3 minuti di raccoglimento ;P

Claire P. ha detto...

Carissimo Andrea!
grazie mille del commento, e ti chiedo sinceramente scusa per non essere venuta a trovarti da tipo un mese!
Sono stata molto occupata con gli esami (finiscono il 25 giugno) e la tesi (quasi finita!)!
Pero' avrei potuto venire un po' di più!
Fantastica ricetta, e altre che ho scoperto stasera, ma sai lo sapevo che sarebbero belle, cliccando per venire da te! ;D

Ti mando tanti auguri e compliment, e a presto bravissimo!

Tatiana ha detto...

Chissà se li trovo gli anelletti quassù... un timballo da provare, come sempre, ho visto che voi sicilianiusate di immergerle le fette con acqua e sale, voglio provare questo sistema invece della salatura diretta, forse come fate voi le fette non si scuririscono ;)

andrea matranga ha detto...

cIAO MIRTILLA, HA,HA, ORMAI SEI STATA ADOTTATA DALLA NOSTRA ISOLA.


CIAO CLAIRE CHE BELLO SNETIRTI SONO CONTENTO CHE STAI BENE. UN GRANDE BACIO
IN BOCCA AL LUPO PER GLI ESAMI


CIAO TATIANA. SI METTENDO IN ACQUA E SALE TI ACCORGERAI CHE LE FETTA DI MELANZANE BUTTERANNO TUTTO IL NERO CHE è POI IL RESPONSABILE DELLA LORO ASPREZZA, PER CUI LE TROVERAI MENO AMARE.

Giovanna ha detto...

Ciao Andrea, che belli gli anelletti ... io ci metto anche la ricotta...

Gatadaplar ha detto...

Gli anelletti!!!! Anch'io li trovo al super! :D
Pensa, vado pazza per il passato di verdura bello "denso", li cuocio a parte in acqua salata poi li "butto" nel passato, una bella grattata di formaggio e mi faccio un piattone enorme che quando finisco scoppio! :DDDDD
Baci =(^.^)=

Lilith strega del tè ha detto...

Oddio...sono a dieta....ma come si fà????? ma come si fà a sfuggire a questa bontà sicula???????

NUVOLETTA ha detto...

E' un piatto ipercalorico, ma completo punto di vista nutrizionale, lo mangerei volentieri..sento già il sapore in bocca..salve

andrea matranga ha detto...

ciao giovanna,certo che devono essere buonissimi.


lilith, non sfuggire lasciati conquistare.



ciao nuvoletta, allora sotto fai largo al tuo stomaco non ti pentirai

Daniela ha detto...

Ciao andrea ti ho invitato ad un meme passa da me e lo scoprirai...

niki ha detto...

Prima o poi, nella vita, troverò il modo di venire in Sicilia per un viaggio gastronomico. Prima tappa al tuo ristorante. Forse anche la seconda e la terza.
Intanto, per tenermi almeno collegata via intarnet con un tale chef e una tale terra di delizie ti ho assegnato un premio.
Quello di eccellenza.
Ciao Niki

zahxara ha detto...

Deve essere buonissima!
Ma anche se Calabria e Sicilia si.... toccano, dove trovo gli anelletti?
Sei davvero bravo.

andrea matranga ha detto...

Ciao daniela, grazie passo di certo.



Ciao niki, se arrivi fai un fischio sarà un piacere coccolarvi.


Ciao zahxara, grazie credo che messina possa essere il posto giusto.

Pawèr & Littlefrog ha detto...

mariiiiia!!!!
che delizia...ho la bava alla bocca...da rifare sicuramente in occasione delle feste!!!bravissimo come sempre...baci e abbracci!!!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Questo è uno ei miei piatti preferiti! Farò tesoro di questa tua ricetta. Grazie Mille! Baci Laura

marinella ha detto...

Ciao Andrea, sono arrivata da te grazie a Niki, non ti conoscevo, ma adesso faccio ammenda e potrai trovarmi tra le tue fans. A parte gli scherzi, ti ringrazio per queste bellissime ricette, le proverò sicuramente ciao e a presto.

Morettina ha detto...

Buongiorno Chef!
Buon inizio settimana!!!!!!
A cagliari è un paio di giorni che piove :-((((((((

Anonimo ha detto...

la presentazione è buona ma il piatto
appare troppo pesante
per digerirlo quanti "Autista" dovrò
farmi!
comunque bravo, ciao da Elenoire.

andrea matranga ha detto...

ciao laura grazie, buon gustaia. bacio



ciao marinella , grazie a te sono onorato ad averti nel mio blog.



ciao morettina, mi spiace da noi fa sle anche parecchio caldo. bacio



ciao elonaire, ma che sento autista???? ma sei stata a palermo?? perchè è tipico digestivo del bar pinguino!bacio

GràGrà ha detto...

Ciao Andreaaaaaaaa! complimentissimi per questo primo piatto! gli anelletti da noi in sicilia sono un portento, una volta vidi servire questa tua ricetta in una cena piuttosto chic, solo che il timballo era messo in una formina piccola tanto da creare un timballino, venivano serviti singolarmente... dal rustico casereccio si passa allo chic, cosi' ;-)

andrea matranga ha detto...

ciao gàgrà, grazie sei carina, si è proprio così basta cambiar d'abito e subito diventa un piatto chic.
un bacio

Maddea ha detto...

favoloso questo piatto......deve essere di un godurioso esagerato!
Ciao e buona serata!
Maddy.

sweetcook ha detto...

Andrea, la ricetta doc la cercavo da anni, adesso finelmente posso riprodurla anch'io.
Grazie:-)Che acquolina...

Cannelle ha detto...

Meraviglia delle meraviglie! Mmmmm,rustico o chic questo piatto "sadda fare"!!!Ciao chef, un forte abbraccio;-)))Cannelle

andrea matranga ha detto...

ciao maddea, grazie spero ti piaccia.



ciao sweetcook. veramente??? potevi chiederlo prima , ti avrei accontentata.


ciao cannelle, grazie devi dirmi come ti è riuscito, un bacio

Arietta ha detto...

andrea non sai che gola mi fa questo timballo! ti presenterò il conto del dietologo :P :D a presto!!

andrea matranga ha detto...

ciao arietta, non ne hai di bisogno.
grazie un bacio

lapanciapiena ha detto...

questo blog nn si puo guardare...qunata bonta concentrata in queste pagine...ciao imma

andrea matranga ha detto...

ciao imma, grazie sono felice ti piaccia, spero di rivederti presto.

valeria ha detto...

ciao!!!
complimenti x il sito e...x le ricette ^^
io sn originaria di palermo :) e mentre cercavo qualche foto in rete da utilizzare per la mia tesina sul turimo gastronomico, trovando la foto degli anelletti non ho potuto far altro che scriverti!! anche perchè, aimhè abito a milano..e dovrò aspettare agosto per andare a Palermo!
Ti mando un saluto e complimenti ancora!

andrea matranga ha detto...

ciao Valeria, grazie, puoi pure usare la foto, per me è un piacere. Se posso esserti utile per altre cose chiedimi quello che ti pare.la mia mail è:info@andreamatranga.it

erika ha detto...

come darti torto?
da buona palermitana amo questo piatto che è un trionfo di odori e colori...irrinunciabile d'estate. e nelle occasioni in cui ci si ritrova. una sorta di rituale...e poi, il profumo della melanzana fritta..il ragù che bofonchia sul fuoco..
è da molto che non lo preparo. (però non metto le uova.)
guardando la foto mi è venuto un disio!
complimenti per il blog
ciao

andrea matranga ha detto...

ciao erika, u disio è disio,subito si deve esaudire capisti???? ha,ha, grazie un bacio

unika ha detto...

Andrea....meravigliosi...li ho preparati questo fine settimana...buonissimi...le tue dosi erano perfette...grazie:-) un bacio
Annamaria

andrea matranga ha detto...

ciao unika. prego sono felice che ti sia piaciuta..

anna ha detto...

Questo tua preparazione ci ha stregato, per questo l'abbiamo presa in prestito per la nostra simpatica iniziativa che troverai anche nel mio blog (siamo tre blogger: io, Tamara e Ornella).
So che Tamara ti ha parlato della nostra iniziativa su FB, ma volevo anch'io avvisarti sia dell'evento che del fatto che ho preso la tua foto e messa nel mio blog con sotto la spiegazione del piatto che faremo per il 6 maggio.
Complimenti, sei molto bravo
anna

andrea matranga ha detto...

ciao grazie anna è un vero piacere!

andrea matranga ha detto...

ricevo e pubblico per correttezza questo commento da una certa Stella:La mia nonnina Palermitana verace non ha mai e dico MAI messo messo bechamel nei nostri anelletti al forno.... il ragù è rigorosamente di maiale, le melanzane sono ok il formaggio a tocchetti era il primosale delle madonie e a coprire solo pangrattato (che si "atturra" con l'olio d'oliva.... sigh...
p.s miscusa ma l'originale è stato cancellato per una errata digitazione.

andrea matranga ha detto...

sono contento per la tua Nonnina ( che personalmente non mi rappresenta nessuno)e per te che hai potuto godere di ciò..ma sinceramente io a differenza di alcuni non sono il possessore "ASSOLUTO" della verità....

Tamtam ha detto...

Carissimo Andrea se hai voglia di andare a vederli, ti lascio i link delle nostre tre ricette degli anelletti al forno, che finalmente abbiamo fatto e postato, stanno anche su fb. Ci piacerebbe, avere un tuo giudizio....un caro saluto, Tamara


http://unpezzodellamiamaremma.blogspot.com/2011/05/quanti-modi-dianelletti-al-forno-alla.html

http://ilgiardinodeisaporiedeicolori.blogspot.com/2011/05/quanti-modi-di-fare-e-rifare-anelletti.html

http://cedimezzoilmare.blogspot.com/2011/05/quanti-modi-di-fare-e-rifare-gli.html

stella ha detto...

Ciao Andrea, ho fatto la tua versione degli anelletti e mi è piaciuta molto, l'abbiamo pubblicata tutte assieme oggi, alcune food blogger:

http://cedimezzoilmare.blogspot.com/2010/06/castella-japanese-sponge-cake.html

grazie e ciao

andrea matranga ha detto...

ma cero Tamara che passo a salutarvi grazie apresto!

ciao stella grazie ho visto!

Tamtam ha detto...

Adrea grazie, il commento non si vedeva perché li devo autorizzare io dopo la visione, sai di pazzi che scrivono stupiddaggini, ce ne sono, penso tu lo sappia...allora per cautelarsi...
rifarò qualcuna delle ricette che hai fatto a bordo del catamarano poi ti lascerò i link...un abbraccio

andrea matranga ha detto...

grazie cara un abbraccio forte!

accantoalcamino ha detto...

Ciao Andrea, spero di non essere tra i "pazzi" che lasciano commenti in giro, perchè ti avevo lasciato il mio in quanto ho fatto anch'io gli anelletti con la tua ricetta, faccio parte del clan che "purtroppo" è rimasto orfano della commentatrice precedente, forse non eravamo alla sua "altezza", però la tua ricetta è all'altezza e la rifarò, ancor più volentieri ora che è la stagione delle melanzane, ciao.Spero di essere moderata :-)

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga