lunedì 13 maggio 2013

Il pertchè ho scelto il Giappone e la città di provincia ....."Chosen" in Fukui -shi





 Mi sento chiedere continuamente perché ho fatto questa  scelta..In tanti , in Giappone, mi chiedono cosa mi spinge a scommettere su Fukui e non su Tokyo o Osaka come fanno tanti colleghi di successo. Perché uno chef  come me sceglie proprio Fukui? Io continuo a dire loro  che, a differenza di altri colleghi, io sono legato al Popolo Giapponese,  la mia è una scelta dettata dal cuore, ancor prima  che economica. Il Giappone è fantastico fatto di persone di grande dignità, senso del dovere e rispetto .Dopo la catastrofe che ha colpito l’intero Paese era per me un obbligo morale dare il mio contributo. Penso che il Giappone non si debba ricostruisce solo partendo dalle grandi città ma aiutando la vera spina dorsale di questo Paese, ovvero le Provincie, le Prefetture , che essendo più lontane e periferiche delle grandi città, maggiormente soffrono di questa situazione. Con il mio impegno a Fukui  spero di poter dare un impulso innovativo diretto ad un cambiamento di mentalità. Non  mi è mai piaciuto  “vincere  facile”, chi mi conosce sa bene di cosa parlo… Il popolo  Giapponese ama la definizione di “Chosen” . Ho imparato questo termine che mi sento spesso ripetere, significa il volere raggiungere tutti insieme un traguardo, indica l’impegno della collettività che coesa  può portare al raggiungimento di mete che altrimenti sarebbero   impossibili da realizzare. E’ un concetto  che sento mio come se lo avessi tatuato sulla mia stessa pelle. Mi sento amato e rispettato per questa mia scelta, e sono fiero di averla fatta seppur correndo tutti i rischi e accettando tutti i danni che ne potrebbero conseguire … sia fisici che di “carriera” . Fisici perché ovviamente si vive in un ambiente poco salutistico, visto l’ultimo disastro..Di carriera perché , vista la mia non più giovane età, a detta di molti colleghi , avrei dovuto scegliere  una meta meno rischiosa. …Ma così non sarei più ME STESSO.  Guardare negli occhi le persone e trovarci immensa gratitudine per quello che stai facendo  è una cosa che non ha prezzo, anche perché io non faccio null’altro che cucinare, non sono certo un luminare di scienza o un attore famoso , ma loro apprezzano la mia quotidianità nel cercare di promuovere la Provincia non solo in Giappone ma anche in Italia . Grazie anche a tutti voi , che mi seguite costantemente, ogni articolo che esce su di me , in cui si parla della mia scelta su Fukui , per loro è motivo d’orgoglio.  Spero solo che il mio esempio non rimanga isolato e che sia seguito anche da altri illustri colleghi ,diamo il nostro contributo affinché possa  tornare grande il Giappone..il Mondo ha bisogno di questa Nazione.

6 commenti:

La Fata dell Ago ha detto...

sapori di casa e giappone... due cose che adddoro!!!
Un bacio da una trapanese trapiantata in toscana
^___^
quasi dimenticavo...
millemila complimenti!!!!!!!!!
Giorgia

Daniela Bluindigo ha detto...

Ciao Andrea, con mia grandissima sorpresa, solo ieri sono venuta a sapere del tuo percorso di questi anni. Ti seguivo anni fa - forse 6? Quando avevo il blog Campo di Fragole. Ho sempre ammirato la tua genialità in cucina, l'amore per la tua terra ed i suoi frutti. Poi lasciai il blog a causa di questioni famigliari e solo ieri, parlando con una cara amica siciliana, Floriana Sergio sono venuta a sapere che lei ti aveva intervistato... e quindi le dicevo che mi ricordavo di te e che dopo tutti questi anni conservavo il desiderio di venire al tuo ristorante, ed è quando vengo a sapere del Giappone, del tuo passaggio alla Prova del Cuoco, tutte cose che mi sono persa in questi anni. Adesso leggendo le motivazioni che ti hanno spinto a scegliere Fukui questo non fa altro che aumentare l'ammirazione che ho per te. Anche io amo il popolo Giapponese ed hai scelto bene, sarà un'esperienza che ti arricchirà dal punto di vista umano ma anche sul campo lavorativo. Ti auguro non solo successo, (già essere lì lo è) ma soprattutto di vivere a pieno questa tua tappa nel Sol Levante.

andrea matranga ha detto...

grazieeeeeeeeeeeeee :)

elio ha detto...

continuero' a seguire questa cultura!

Nunzia Calabrese ha detto...

Ciao Andrea,confesso di averti scoperto da poco, e non nego di essermi soffermata sul tuo blog grazie al tuo cognome,che è lo stesso di mia madre.Ho letto di te delle tue esperienze,dei tuoi passaggi televisivi(mannaggia perché solo sentendo la tua voce avrei potuto cogliere forse una inclinazione Arebreshe.Continuero a seguitati perché mi affascina tutto ciò che fai,magari chissà ci potremmo incontrare qui in terra Sicula...

andrea matranga ha detto...

ciao Nunzia. grazie ..con piacere le mie origini sono di Piana degli Albanesi

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga