sabato 18 luglio 2009

Scrivono di me!


Un ringraziamento va a Francesco Cinapri che mi ha recensito su questa rivista del settore. La cosa mi inorgoglisce perchè conferma che il mio concetto di cucina è capito ma sopratutto apprezzato. Mi sto imbattendo in un percorso che mi porta alla realizzazione di "piatti" partendo da un concetto diverso dal solito: l'idea è quella di esprimere i miei sentimenti, le mie emozioni fatte di ricordi e sensazioni (che porto sempre nel cuore), utilizzando la tecnica acquisita negli anni e trasformarli in cibo. Tutto ciò non è facile perchè spesso sei preso di "mira" e accusato di voler "esagerare" ,ma questo non mi fa mollare, sono sempre convinto che la cucina tradizionale sia la mamma di tutte le cucine, ma che ormai è un metodo più che collaudato (e come tale superato) d'interpretare la cucina. Adesso è (almeno per quanto mi riguarda) il momento di cercare di trasmettere nuove sensazioni: la gente non deve limitarsi a riempire la pancia, sostengo che debba "nutrire" la mente e il cuore , provando sensazioni ed emozioni che lo chef deve trasmettere . Io dico sempre :" assapora un mio piatto e assaggerai un pò della mia anima". Un esempio fantastico per rendere meglio l'idea è stao quando una signora di mezza età mi ha chiamato per dirmi che "La Scogliera e suoi elementi" la riportata indietro nel tempo che ad ogni boccone si sentiva dentro la macchina del tempo e teletrasportata negli anni ,quando anche lei con le sue sorelle da piccoline stavano al mare a fare le stesse cose che cerco di riprodurre con il mio piatto...mentre lo raccontava una lacrima le accarezzava il volto fatto di rughe di vita....Credo che non ci siano Soldi al mondo per pagare la gioa che ho provato in quell'istante , perchè sono riuscito ad emozinoare così come succede a me nell'istante in cui creo istaurando un rapporto d'intimità con il cliente. Se volete leggere la recensione cliccate sotto e continuate a leggere..........


".Un tocco di mistero nelle foto che lo ritraggono sul suo blog,
una preparazione eccelsa per ciò che riguarda le materie prime
e le tecniche di cottura, e molta filosofia nello spiegare
quello che fa: ecco la prima sensazione di “Cuciniamoinsieme
ad andrea”
Ci imbattiamo in questo blog, anzi oserei dire in questo personaggio:
sì perché il blog di Andrea Matranga riflette precisamente
tutte le caratteristiche estroverse della persona che
lo animano; eclettico, filosofico e fan scatenato della cucina
(non solo siciliana) sono le definizioni che più possono rappresentarlo.
Come dicevamo, nelle fotografie che lo ritraggono sul suo
blog potremmo trovare un tocco di mistero, ma parlandoci
di persona ci accorgiamo che è un vulcano vero e proprio di
idee. Lavora come consulente gastronomico tra il Giappone
e l’Australia ed offre servizi catering quando si trova nella sua
Sicilia. Ama profondamente il suo lavoro e la sua passione;
vari i temi trattati nel suo blog, dalla cucina creativa a quella
tradizionale siciliana, dal sushi alla cucina molecolare, senza
perdere mai di vista il filo conduttore che unisce tutte queste
diversità in cucina, ovvero la sua identità un po’ “pazza”,
come ama autodefinirla, ma senza alcun dubbio appassionata.
Un libro nel corso della sua carriera che si chiama come il
suo blog, ed una trasmissione televisiva in onda su una emittente
siciliana in onda ogni giorno lo vedono alla prese con
casalinghe ed appassionati di cucina nella presentazione di
piatti “da ristorante” da fare a casa.
Tra gli innumerevoli piatti presentati sul suo blog, abbiamo
scelto una tipica ricetta siciliana ma rivisitata a suo modo, ovvero
una variante di cassata. Andrea ha provato ad invertire la
parte solida con quella cremosa ed è venuto fuori un dessert
molo stimolante e curioso. Ecco la ricetta che abbiamo scelto
per voi, ma se volete saperne molto di più visitate il suo blog,
è davvero “creativo”!
Baciamo le mani don Andrea ;-)

15 commenti:

Rossa di Sera ha detto...

Andrea, complimenti dal cuore!
E' un bellissimo articolo e so quant'è grande la tua soddisfazione!
Continua così!
Un bacione!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

andrea ti meriti tutti i complimenti e le parole di stima che hai avuto!!quando si fa tutto con passione con amore poi si è sempre ripagati!!bacioni imma

Anicestellato ha detto...

Una gran bella soddisfazione, belle parole per una persona che mette tutto se stesso in ciò che fà, un abbraccio

andrea matranga ha detto...

Ciao rossa di sera. grazie sei veramente un tesoro.


Ciao Imma. grazie sono felice hce la pensi così hai capito perfettamente come sono fatto.

Ciao anicestellato.grazie è vero se c'è una certezza è questa; il massimo impegno in quello che faccio. grazie

Ago ha detto...

Tantissimi complimenti Andrea!!!
Anch'io penso che te li meriti tutti, assolutamente!!!
Una persona che mette tutta la passione che metti tu nel suo lavoro, si merita davvero tutto il bene di questo mondo!
Devo risponderti per la foto sugli Arabi :-P

bacioni e C O M P L I M E N T I S S I M I
Ago :-D

Ago ha detto...

guarda, faccio prima a venirmelo a prendere :-P
Io sto a Reggio Calabria, ma a Messina non mi pare di averne mai visto...
Trapani, ok...quest'anno volevo andare al couscous fest, ma veramente volevo trovarlo prima :-D
A Palermo non so quando riuscirò a tornare...ma quando son venuta, non l'ho visto...dove lo vendono?
bacioniii
Ago :-D

andrea matranga ha detto...

Ciao ago...Forse hai ragione..cmq a palermo lo trovi specialmente nei mercati storici ed in molti super market e lotrovi in busta tipo pacchi di farina..perchè per legge è vietato venderlo sfuso...molti pastifici come "Tomasello" lo fanno.

Alessandra ha detto...

Ogni lavoro creativo che viene fatto con passione, costanza e amore, con il tempo viene sempre ripagato. Auguri Andrea. Che soddisfazione!!

andrea matranga ha detto...

ciao Alessandra. grazie hai ragione ma putroppo in Italia ci vuole Tanto ma tanto, tanto, tempo e spesso non basta ... ....

Marco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco ha detto...

Congratulazioni per la recensione;
purtroppo in una società tutt'altro che meritocratica è spesso raro che vengano lodate le persone giuste.

"nutrire la mente e il cuore" ... la penso esattamente come te !

Alessandra ha detto...

Si è vero ne son convinta anch'io, purtroppo la nostra amata terra tende a lasciar andare via i propri talenti, che altrove troveranno sicuramnete chi li sa apprezzare e che difficilmente lasceranno andar via. Ormai è una consuetudine. Peccato perchè la nostra Sicilia meriterebbe di più, poichè ha tanto da offrire turisticamnete parlando intendo. Ciao Andrea.

andrea matranga ha detto...

ciao marco. grazie per l'intervento ...Io che lavoro all'estero, dico che questa parola in Italia la conosciamo soltanto sul vocabolario .


Ciao Alessandra. lo so hai ragione io sono molto "Arrabbiato" con la mia terra mi sento come un innamorato tradito. Credo non ci sia nulla da fare ormai fa parte del nostro modo di essere è un problema troppo radicato che lo si può definire facente parte sostanziale del nostro DNA .

marcsic ha detto...

Che bella recensione...questo si che è Giornalismo..Mi sento un pochino rincuorato e un pochino più fiducioso vuol dire che in giro ci stanno ancora i giornalisti veri!
Complimenti meriti ancora di più
Marcsic

andrea matranga ha detto...

Ciao Marsic. Grazie credo di si ci stanno ancora ...Francescio è un grande sono feicissimo che mi abbia fatto questa recensione del tutto inaspettata.

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga