martedì 17 febbraio 2009

Salsiccia di maialino nero dei nebrodi in salsa di vin santo e ghiacciata alla maggiorana









Corona di salsiccia di maialino nero dei nebrodi in salsa di vin santo e ghiacciata alla maggiorana





Visto le basse temperature che si stanno abbattendo per tutta la Penisola, ho creato un piatto che sicuramente è adatto a questo periodo.

Questo piatto, come potete ben vedere è molto ricco e corposo,per cui ho inserito una ghiacciata di maggiorana per poter dare quella freschezza ma anche quella acidità che necessita ad una migliore degustazione.La ghiacciata e consigliabile degustarla a piccole dosi intervallata ad ogni boccone di salsiccia. Questo consentirà di avere sempre "la bocca pulita " in maniera tale da poter assaporare ogni boccone con il corretto "PH" delle papille gustative e poter godere a pieno di questa pietanza. ( un po come fanno i sommelier con le mele quando devono degustano diversi tipi di vino ).



Ingredienti:

Salsiccia di Maialino nero dei Nebrodi

1 cipolla infornata

250cl di Vin Santo

2 peperoni infornati privi della pellicina

50gr di pecorino grattugiato

150gr di acqua

150gr di zucchero

1 albume

1 limone

20gr di maggiorana fresca

olio extra vergine, 1 carota, una costa di sedano, mezza cipolla,sale e pepe q.b



Procedimento:

Grigliare la salsiccia. Svuotare parzialmente la cipolla, e mettere il suo interno dentro un frullino aggiungervi i peperoni con il pecorino aggiustare di sale e pepe e frullarli. Fare soffriggere sedano carote e cipolla aggiungere un poco di parti grasse del maiale

( costolette, cotenna, etc..) tutto per almeno 2 ore, infine filtrare, aggiungere il vin Santo e ridurre a fuoco basso di almeno il 50%. Mettere sul fuoco l'acqua e lo zucchero fino a quando non si sarà tutto sciolto, toglierlo dal fuoco e mettervi la maggiorana ad infusione. Dopo 1 ora, filtrare e mettere l'infuso in gelatiera insieme al succo del limone e l'albume, fare mantecare per 50 minuti.



29 commenti:

Claudia ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Claudia ha detto...

Questa ricetta è da paura Andrèèèèè.. complimenti :-)))

Romy ha detto...

Hai una cura specialissima nel pensare e nel presentare le tue ricette...sei bravissimo, Andrea! Buona giornata! :-D

Elena ha detto...

niente di più indovinato con questo freddo...ti abbraccio

manu ha detto...

caro andrea tu sei un poeta dei fornelli!!! bravissimo!!!

aldarita ha detto...

E' una gioia leggerti e vedere le foto dei tuoi capolavori, non immagino cosa sia assaggiarli...

andrea matranga ha detto...

ciao Claudia. grazie, ma spero nel senso buono della parola,ha,ha



ciao Romy.grazie cerco sempre di dare il massimo ma purtroppo non sempre riesco a trasformare ciò che voglio in ciò che poi è.


ciao Elena.grazie, be chi lo avrebbe detto che anca da noi ci sarebbe stata la neve.



Ciao manu. grazie. E' un complimento bellissimo.


ciao Aldarita.grazie. Allora organizza che prendo valigia è arrivo.

Bruno ST Cuoco-Alchimista ha detto...

Stupendo abbinamento e composizione! Sei un bravo chef e si vede chiaramente la sperienza! Viva la cucina d'autore!

Luca and Sabrina ha detto...

E' un piatto semplicemente meraviglioso, siamo quasi emozionati! Vogliamo provare a farlo anche noi, non troveremo mai la stessa salsiccia, ma il resto sì. Nemmeno il risultato sarà lo stesso, la tua composizione dei piatti è pura poesia. Ma questi sapori vogliamo farli nostri, almeno per una sera.
Un abbraccio da Sabrina&Luca

andrea matranga ha detto...

Ciao Bruno .grazie. detto poi da un collega fa ancor più piacere.


Ciao Luca & Sabrina. Grazie Che bello riuscire a colpire i cuori dei mie commensali è la mia massima aspirazione. sono felice che lo vogliate far vostro.Grazie siete stupendi.

mike ha detto...

comunque..ritornando all'acetosella, ne esistono diversi tipi,persino una bianca con venature scure con petali totalmente diversi!!quella dal sapore acidulo, di cui tutti abbiamo masticato il gambo, quelle che riempiono i viali delle campagne, i giardini incolti, quella è acetosella gialla..almeno ho sempre saputo così e cercando su internet acetosella gialla spunta proprio qst fiore..bacio

andrea matranga ha detto...

ciao mike. grazie io conoscevo solo la prima..cmq. ok ora ne so di più. sai come si chiama in diletto??? sucamiele.Un super bacio e grazie

Gunther ha detto...

che gran ricetta, difficilmente replicabile per noi comuni mortali, perchè credo che la cosa più importante sia la materia prima per noi di difficile reperibilità, complimenti vivissimi per l'idea e la realizzazione

Ninia ha detto...

Grazie Andrea!!!!!Riesci sempre a "riscaldare" i nostri cuori con le tue meravigliose ricette....
Buon we e un grande bacio
Antonella

andrea matranga ha detto...

Ciao Gunther. Si è vero, però lo scopo è anche rendervi partecipi di come creo un piatto,insomma il principio. Grazie


ciao Nina. grazie ne sono onorato,spero di essere sempre all'altezza.

Sergio ha detto...

ciao chef. Grande sapienza nell'accorpare sapori e profumi,complimenti. io ti ho votato su blog cafè. Lo meriti.
Ciao Sergio

Mirtilla ha detto...

senza parole..come si puo'commentare un piatto cosi?
........gli abbinamenti..la presentazione,tutto stra perfetto!!!

Daniela ha detto...

Sei mitico, che dire di più...
baci

andrea matranga ha detto...

ciao sergio con un collaboratore come te non posso sbagliare.ciao e grazie

ciao mirtilla. grazie sei sempre un tesoro.


ciao daniela. grazie,esagerata,,,ma si esagera pure che mi piace,ha,ha
un bacio

emamama ha detto...

deve essere di un buono ma di un buono.........grande Andrea!!!!!!!!
ciao

unika ha detto...

che delizia questo piatto...mi fai svenire davanti al pc:-)
Annamaria

andrea matranga ha detto...

ciao emamama. grazie ... giuro che è come dici.


ciao unika.grazie ma stai attenta non farti male. Bacio

ღ Sara ღ ha detto...

che bel piatto Andrea!

Tanaka San ha detto...

coninciwa Chef, ma quando arriva? la stiamo aspettando in ristorante abbiamo votato per lei.

Tanaka San ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

ma dove lo vado a trovare sto maialino nero di Nebrodi?Sei insuperabile come sempre.Un abbraccio.Daniela da Roma

ICH LÍEBE DÍCH-1 ha detto...

Ciao ...
Grazie per il seguente me ...
Mi sento molto onorato con la vostra presenza sul tuo blog!
Lei sembra essere un ottimo cuoco, mi piace vedere la decorazione dei piatti ....
.... Vi è una grande soddisfazione quando si è concluso un lavoro (nel mio caso le torte) e vediamo la brillante olhinhos di persone che li ricevono ....
Ho troppo da qui ....
avere una buona giornata di lavoro ...
Bacio ...
Dina

andrea matranga ha detto...

ciao sara. grazie.


Ciao Tanaka San. grazie.Spero molto presto. Salutami tutti.

ciao daniela. grazie ..usa l'idea, non ti preoccupare dei singoli prodotti..l'importante e che sia una salsiccia di qualità.

Ciao Dina. Grazie .mi sento molto onorato dalle tue parole. spero di rivederti presto. un bacio

Meb ha detto...

Andrea, grazie per essere passato nel mio blog...ma complimenti a te, le ricette sono fantastiche e presenti i piatti in modo stupendo!Ciao
Meb

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga