martedì 10 febbraio 2009

Lasagne con patate,castagne e finocchietto selvatico










Un piatto di origine contadina fatto con ingredienti poveri ma sicuramente di alta qualità nutrizionale e anche gustativa.

Lo renderò un pochino più elegante rispetto al tipico piatto della tradizione, con l'aggiunta delle lasagne ma sopratutto con l'inserimento di una pianta aromatica fantastica tipica Siciliana o almeno in Sicilia ne facciamo molto uso:Il Finocchietto selvatico è una pianta che cresce spontanea sulle pendici dei monti, ha un sapore è un odore molto intenso e ha una grande capacità di far da collante per molti sapori. 



Ingredienti per 4 persone:


12 lasagne di circa 10 cm x 5 cm

1 kg di patate

2 cime i di finocchio selvatico

2 cucchiai di concentrato di pomodoro,

10 castagne secche ammollate in acqua calda

100gr di Ragusano semi stagionato

1cipollotto, olio extra vergine sale e pepe q.b.



Procedimento:


Pelate e tagliate a tocchetti le patate.Dopo aver lavato il finocchietto ammorbiditelo in acqua bollente. Fate soffriggere la cipolla e adagiate le patate, fate soffriggere per qualche minuto, aggiungete il concentrato e dopo un altro minuto allungate con l'acqua che avete usato precedentemente per ammorbidire il finocchietto. Dopo circa 10 minuti inserite sia le castagne secche ammorbidite, sia il finocchietto selvatico tagliato al coltello. Appena le patate risulteranno cotte, toglietene una parte e quelle rimaste nel tegame frullatele in maniera tale da ottenere una crema molto densa. Rimettete le patate nella salsa e fate finire la cottura. Lessate le lasagne e disponete in un piatto intervallando ad ogni strato la salsa e il ragusano tagliato a scaglie. Servire ben caldo.

13 commenti:

sciopina ha detto...

bello quest'accostamento nn avrei msai pensato al focchietto con le castagne!

Anice ha detto...

Ciao, mi piace molto questa ricetta!
Purtroppo i link dell'azienda produttrice di erbe aromatiche però non funzionano...

Romy ha detto...

Bravo Andrea: ci proponi sempre dei piatti raffinatissimi...Un abbraccio :-)

andrea matranga ha detto...

ciao sciopina.grazie è un grande abbinamento provalo poi mi dici.


Ciao Anice. grazie per l'avviso. ho provveduto, prova e mi dici per favore se funziona.

ciao Romy. grazie faccio il possibile.

Ninia ha detto...

Caro Andrea, è un peccato che non tutti possano godere dei sapori del "nostro" finocchietto selvatico. Dà un sapore e un aroma!!!!!!!Pensa...io lo metto a volte anche nell'insalata di arance....Ma è inutile che lo dica a te!!!!!Bella davvero l'iniziativa di Enrico e coraggiosa davvero!!!!Devo far conoscere il suo sito ad alcuni amici del nord.
La ricetta, è inutile che te lo dica:E' SUPER!!!!!
Un grande bacio picciotto...
Antonella

Anice ha detto...

Grazie a te!Ora i link funzionano, esplorerò il sito dell'azienda.

andrea matranga ha detto...

ciao Antonell. grazie però grazie ad enrico ora tutti possono godere dei nostri sapori e odori.Di ai tuoi amici di fare il mio nome son sicuro che un omaggino ci esce. un bacio.



ciao Anice, grazie, sono contento.

Bruno ST Cuoco-Alchimista ha detto...

Bravissimo!! molto molto belle le ricette! per non parlare delle foto che sono anche bellissime! complimenti per il blog. Sono diventato subito un tuo lettore. Adoro la creatività e la buona cucina. Passati per il mio blog che forse ti piace. http://gastronomicon-cucina.blogspot.com

Hilda ha detto...

Ciao...
Acabo de descubrir tu blog y aún estoy impresionada.
Felicidades por esta maravilla.
Las recetas son buenas y las fotos sencillamente geniales.
(disculpa que te escriba en castellano,entiendo italiano, pero no lo hablo)
Besos
Hilda

aldarita ha detto...

Bellissima e coraggiosa l'idea del tuo amico per far conoscere i sapori della vostra terra ovunque. Peccato che io abbia chiuso il mio ristorante da poco, ma le posso sempre usare in casa... Anche la ricetta è splendida e, come sempre, meravigliosamente illustrata.

andrea matranga ha detto...

hola
muchas gracias. Me alegro de que te gusta mi blog. no se preocupe, puede escribir tranquilamente ostracismo. Esperamos que pronto
besos


ciao aldarita. si sono una famiglia meravigliosa. mi spiace per il tuo ristorante, Cmq. si puoi acquistare anche senza partita IVA digli che ti mando io sicuramente ti faranno un regalino.

Gatadaplar ha detto...

Anche da noi il finocchietto selvatico è l'ingrediente principe di moltissimi piatti, però fino ad ora lo avevo visto solo con secondi e verdure... sulla "pasta" mai ^______^
A dieta "finita" la proverò senz'altro!
PS: il formaggio Ragusano con cosa posso sostituirlo?
Un bacione!!!!!

andrea matranga ha detto...

ciao gatadaplar. Grazie, si noi in sicilia lo usiamo molto nei primi piatti vedi pasta con le sarde. Il ragusano è un formaggio caciocavallo stagionato dal sapore e odore molto intenso. potresti provare con del pecorino di ottima qualità.

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga