venerdì 9 gennaio 2009

Parmigiana o meglio "Parmiciana" di melanzane























Bisogna sfatare un luogo comune che associa questo piatto al famoso formaggio di Parma o peggio che abbia origini Parmensi.....Balle. Il nome esatto è: "melanzane alla Parmiciana"dato dal fatto che la sua composizione evoca  il nome dialettale siculo delle scalette delle persiane appunto "parmiciane" data dalla sua composizione appunto a scaletta .



Ingredienti per 4 persone:

1kg. melanzane con buccia nera.(in foto uso quelle tonde ma la foto è solo dimostrativa)

800gr. di pomodori

100gr di caciocavallo Siciliano (oppure formaggio Grana)

200gr di mozzarella

1/2 cipolla

qualche foglia di basilico,2cucchiai di olio extra vergine,sale e pepe q.b. olio per friggere.


Procedimento:

Lavate le melenzane, affettatele, mettete in acqua e sale per 10 minuti, Sciacquate,asciugate e friggete in olio bollente. adagiatele su  carta assorbente. Lavate i pomodori,soffriggete la cipolla, e preparte la salsa aromatizzandola con il basilico.Stendete uno strato di melenzane sulla base di una pirofila, mettete mozzarella,caciocavallo,basilico ultimate con con poca salsa di pomodoro e continuate ad alternare per ogni fetta di melanzana gli ingredienti. Infornare a 180° per 20 minuti.

P.s. se si vuole si può anche inserire tra uno strato e l' altro una fetta di prosciutto...

18 commenti:

Romy ha detto...

La storia della parmiciana-scaletta non la sapevo davvero...che forza! Bella, buona, intramontabile ricetta, presentata col tocco magico dello chef! Buonissima giornata :-)

unika ha detto...

deliziosa la parmigiana di melanzane:-)
Annamaria

dolci a ...gogo!!! ha detto...

de li zi osa.....di vi na...buonissima!!insomma nn ci sono parole per questa bonta!!bacioni

Daniele-pasticcere ha detto...

Ehi andre!!! wow, ogni volta che entro nel tuo blog trovo sempre ricette strepitose e foto a livelli altissimi, grandissimo!!!

A presto!!!

Susina strega del tè ha detto...

La parmicianaaaaaaaaa!! Non conoscevo la sua vera storia, ma acciderbolina quanto l'è bonaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

Elena ha detto...

Ma dai, non lo sapevo neanche io...la notizia vado a vendermela con mia mamma e mia suocera!!
Baci

Mary ha detto...

imparo sempre qualcosa ogni volta che ti vengo a trovare sembra gustosa questa ricetta !

fico d'india nervoso ha detto...

ma che c'entrano le tunisine con la parmigiana?? boh!

andrea matranga ha detto...

ciao romy. grazie. buona giornata anche a te.


ciao. unika. hai ragione.

ciao dolci a gogo. grazie sei gentile.

ciao daniele. sei un grandissimo, un piacere ricevere le tue visite.


ciao susina, si è molto affascinate la cucina siciliana.


ciao elena si purtroppo le nostre origini si stanno perdendo...


ciao mary. sei sempre molto gentile.



ciao fico d'india nervoso...... forse???? si so bene chi sei.
Cmq. In questo piatto c'è anche il prosciutto che con la ricetta tradizionale non ha nulla a che vedere. solo che ho fatto una versione più ligth difatti non sei così arguto come vuoi far notare perchè ti saresti dovuto accorgere che le melanzane sono addirittura arrostite e non fritte... se ne sarebbe accorto anche l'ultimo dei comì invece pensa uno chef bravo come te..ma la foto rende bene l'idea di come poterla presentare per cui l'ho scelta.

Anonimo ha detto...

Vado via per un pò e guarda le cose che mi perdo.Buonissima la parmigiana,ma davvero la storia è questa?La foto del dentice con cuore di gambero è straordinaria e sicuramente è anche un piatto gustoso.Complimenti per la bella recensione.Buonanotte Daniela da Roma

Gunther ha detto...

bello l'aneddoto delle persiane e delle melanzane, questa versione di parmnigiana è più leggera rispetto a quello che io conosco ed è facile da preparare anche per me

Pawèr+Littlefrog ha detto...

per me senza prosciutto,grazie...che meraviglia!!!

fico d'india nervoso ha detto...

Grazie per "lo chef" ma io sono un semplice pensionato appassionato di cucina, ma continuo a ritenere che quella è una melenzana tunisina.

manu e silvia ha detto...

bè, chiamalo come vuoi, ma noi adoriamo questo piatto!! anche se preferiamo utilizzare le melanzane grigliate, perchè ci dà l'idea di essere meno pesante!
bacioni

andrea matranga ha detto...

ciao daniela. grazie si è questa la storia . un bacio


ciao Gunther. grazie si dipende da quale versione se le melanzane le arrostisci è sicuramente più leggera.


ciao pawer £ littlefrog, ciao grazie a disposizione.


ciao fico d'india, Credo tu non voglia capire...E' UNA FOTO DIMOSTRATIVAAAAAAAAAAAAA serve a rendere l'idea di come poterla presentare....caro il mio pensionato anonimo bha??? non hai saputo leggere tra le righe..... non ti ho dato dello chef sei tu che dici di esserlo su internet

manu ha detto...

bellissima!!! buona domenica

Rossella ha detto...

Copioincollo da Sergio( un utente Palermitano ), da un vecchio 3d del 2001 da una Discussione di it.hobby.cucina

http://groups.google.it/group/it.hobby.cucina/browse_thread/thread/e60b449c313ace6e?hl=it&ie=UTF-8&q=parmigiana#5307d378763351f6

"Contrariamente a quanto comunemente pensato (soprattutto nel nord Italia),
il nome di questo piatto non vuole assolutamente intendere "melanzane all'uso di Parma" o melanzane al parmigiano (reggiano).
Il piatto, infatti, deve il suo nome al fatto che sembra una "parmiciàna", ovverossia una particolare finestra a quattro ante che si sovrappongono una all'altra.
E le melanzane, fritte, nella parmiggiana si mettono in file parallele sovrapposte.
Cosa sia stato a dare il nome all'altro pero' non si sa. a riprova di ciò va anche citato il fatto che già cinquant'anni fa, in Sicilia,
il parmigiano era roba di lusso per pochissimi mentre la "parmiggiana" e' sempre stato un piatto povero molto popolare, preparato con formaggi locali (come il caciocavallo stagionato).
(Sergio)


Pertanto abbiamo
parmigiana di melanzane;
parmigiana di peperoni;
parmigiana di cardi; " "


Caro Andrea, se parli di ricette della tradizione e le chiami tali, come Siciliana ti esorto a rispettarla , se invece intendi rivisitare codesti piatti cosi come spesso oggi accade, sarebbe meglio specificare, per certe cose sono un *po'* talebana ;-) e poi, perchè preparare un piatto che non è di stagione.. la parmigiana si prepara solo in estate, uno chef dovrebbe rispettare certe "regole" !!!
con la simpatia di sempre eh :-)
Rossella

andrea matranga ha detto...

ciao rossella. Non capisco questo copia incolla????? non credo dica cose diverse dalle mie. Poi questo Sergio chi è ??? in veste di chi parla, Fermo restando che dice cose VERE. La mia Fonte è Il prof. Gaetano Basile se sie Sicula sai di chi parlo, che a sua volta ha come fonte un certo Pitrè come vedi io parlo con cognizione di causa.Per quanto riguarda la rivisitazione, io non ho negato ciò, ho soltanto spiegato la ricetta tradizionale, Oggi per motivi anche estetici si usa presentare i piatti anche in modo leggermente diverso dal solito...non credo che una parmiciana presentata a Millefogli sia tanto diversa che presentata tipo lasagna per intenderci..... credo il gusto non viene alterato perchè sempre di strati si tratta. E' puramente estetica. Io le melanzane le mangio anche adesso pur sapendo che non hanno lo stesso sapore che in estate. Poi io non dico che si debba preparare adesso la parmiciana puoi tranquillamente copiare la ricetta e prepararla quando ti pare e piace..Secondo il tuo criterio allora i libri di cucina dovrebbero uscire "secondo stagione " per evitare di essere additati come sovversivi. Con la stessa simpatia ricambiata.

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga