martedì 22 luglio 2008

Filetto di sogliola in salsa di mela verde e erbette

Filetto di sogliola in salsa di mele e erbette.

Ingredienti:

1 Filetto di sogliola

1 mele verde

1 bicchiere di latte

1limone

erbette( menta ,prezzemolo, erba cipollina)

sale,pepe,burro,q.b.


Procedimento:


Si priva della pelle la sogliola si tolgono le interiora e si sfiletta. Sbucciate la mela,e tagliatela a cubetti piccoli, mettete del burro su una padella e fate saltare la mela con sale e pepe, versateci sopra il latte e fate cuocere a fuoco moderato.A parte arrostite la sogliola e a metà cottura adagiatela sulla salsa mentre cuoce delicatamente.Un minuto prima di spegnere il fuoco, grattugiate un pochino di buccia di limone sulla pietanza, disporre su un piatto da portata e cospargere di erbette tritate al coltello.

37 commenti:

Pamy ha detto...

Ciao, non finirò mai di dirtelo i tuoi piatti sono originalissssimi;)

andrea matranga ha detto...

ciao Pamy, io non finirò mai ripetertelo.....sei dolcissima!!Grazie

NADIA ha detto...

Semplice ma comunque raffinato!
Ho intenzione di provare a fare questa ricettina, ma il latte è indispensabile? Non andrebbe meglio una sfumatina di buon vino bianco?
Nadia - Alte Forchette -

andrea matranga ha detto...

ciao nadia, no io la preparo così ti assicuro che non resterai delusa perchè in bocca si creano dei contrasti dolce (dato dal latte) e aspro (dato dalla mela verde)veramente interessanti. e la buccia del limone che chiude il tutto ripristinando i valori delle papille gustative lasciandoti una sensazione di freschezza .Ciao

Tommaso Farina ha detto...

Sogliola dell'Adriatico spero (o quantomeno, del Mediterraneo), non le insipide, insignificanti limande oceaniche.

NADIA ha detto...

Ok, andata! Vada per il latte!
Appena ho il tempo di passare in pescheria compro dei bei filetti e poi ti dico. Grazie per il chiarimento e a presto.
Nadia - Alte Forchette -

Ady ha detto...

Ciaooooooooo, questo abbinamento è assolutamente originale caro chef è da provare un bacio grande come sei tu!!!!

andrea matranga ha detto...

Ciao Tommaso Farina, certooooooo meditteraneo costano un botto, però sanno di pesce.



ciao nadia, grazie ok, aspetto.


cia Ady, che piacere, quanto tempo. Complimenti per il libro sono certo sarà un successone. Grazie un bacio

Mirtilla ha detto...

buonissimo questo piatto,semplice e succulento!!
caro andrea,nn deludi mai :)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Deve essere una meraviglia, perfetta per pranzo ... peccato non poter allungare la mano!

andrea matranga ha detto...

Ciao Mirtilla, grazie anche se ogni tanto toppo pure io.



ciao twostella, allunga pure il problema non è prenderlo, ma masticarlo, rischi di romperti i denti con il monitor.Ah,ah,ah

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Questa la voglio proprio provare! Buona giornata Laura

andrea matranga ha detto...

ciao Laura,grazie per la visita, buona giornata anche a te!

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Ma che buono, sento il profumino. Ma lo sai che io ADORO IL PESCE!
Indovina indovinello che sta per te nel mio blogherello?

andrea matranga ha detto...

CIAO MUCCA PAZZA, GRAZIE CERTO UNA MUCCA CHE MANGIA PESCE?????? HA,HA,
HO VISTO IL PREMIO GRAZIE

NADIA ha detto...

Eccomi qui a rapporto!
Ieri sera ho fatto la sogliola in questo modo e devo dire che... mi è piaciuta.
Semplice, delicata, facile e veloce da realizzare con un buon mix aromatico (ho usato menta, basilico al posto del prezzemolo e una solverata di aneto che adoro con il pesce!).
Bravo e grazie ancora per le preziose indicazioni.
A presto,
Nadia - Alte Forchette -

andrea matranga ha detto...

Ciao nadia, sono contento ti sia piaciuta, sicuramente con i profumi che hai usato sarà venuta più buona della mia immaggino il profumo che doveva emanare il tuo piatto...slurp.

Cannelle ha detto...

Andreaaaaaaaaa!!!!Sono passata per salutarti,parto per un po'.Questa ricettina è straordinaria e mi piacerebbe provarla, però...vuoi mettere preparata da te?Peccato che non posso venire in Sicilia, farei volentieri una capatina a Palermo. Bacioni;-)

manu ha detto...

tu saresti in grado di far mangiare il pesce anche ai miei figli!!!! bravissimo! buon w.e.

andrea matranga ha detto...

ciao cannelle, buon viaggio, mai dire mai, chissà....



ciao manu, grazie ,sai io sono sempre stato convinto che i bimbi sono una cartina di tornasole, nel senso che un adulto dal punto di vista chimico è assai diverso da un bimbo, ha la percezione del sapore differente, per cui quello che io percepisco buono spesso non lo è per un bambino e viceversa, li ci vuole il bravo cuoco che deve mettersi in discussione e avere una conoscenza di ciò che piace ai bambini pur non condividendolo, questo è un ottimo allenamento

Pawèr+Littlefrog ha detto...

mmmh che sapore delicato...buonissima la sogliola fatta così...apprendista streone promosso a...primo mago!!!

Carmen ha detto...

Ciao Andrea
buona domenica

Anonimo ha detto...

maestro se mi iscrivo al corso non pago vero!!! ma le femmine ci sono? comunque caro chef nel complesso in cucina io e te abbiamo cose molto affini ti sento intellettualmente vicino al mio concetto di cucina!!! dopo queste parole...non ti commuovere sii forte no non fare così dai!!!ok non vengo al corso...a proposito spiega ai tuoi allievi come si fa la maionese con l'azoto... e digli...me manda adria ;)))ammettilo è più bravo lui di te!!!cio sai si
marco
www.chefmarco.splinder.com
www

andrea matranga ha detto...

ciao pawer, mi fai sentire potter...ha,ha,




ciao carmen, grazie anche a te.



ciao marco, certo che sarei contento della tua presenza, ma come relatore non come allievo.Bhè
Adria..... non una, ma cento volte più bravo.

Arietta ha detto...

sto passando dai blog per un saluto, dato che tra qualche giorno parto per le vacanze, quindi un bacione!!!

andrea matranga ha detto...

ciao arietta, grazie sei carina e gentile buone vacanzeeeeeeeee

Roberta ha detto...

Ho scoperto per caso il tuo blog che debbo dire mi piace molto e mi piace molto anche questa ricetta. Io non cucino mai la sogliola perchè non so mai come prepararla... adesso lo so.

Alessandro V ha detto...

Corro in cucina a provare questa ricetta. Auguratemi buona fortuna!!!

andrea matranga ha detto...

ciao roberta, grazie spero allora che la prossima volta sia vo9luta è non per caso. a presto


ciao alessandro, aspetto ancora notizie di ieri...andata???

Alessandro V ha detto...

Che ti posso dire....il sapore era buono...l'aspetto pessimo....
Credo di aver sbagliato qualcosa.
Non mi è venuta la crema: il latte è diventato ricotta e la mela non si è sciolta. Forse la fiamma era troppo alta. Cmq era molto buono e poi l'ho accompagnato con un bicchiere di Retsina, il mio vino bianco preferito. La prossima volta cercherò di fare meglio.

andrea matranga ha detto...

ciao Alessandro, mi spiace ma la mela non deve sciogliere, sono dei piccoli cubetti,il latte deve avere la consistenza di una crema.Comunque alla prossima andrà meglio

Tatiana ha detto...

Bellissima ricetta non ho la mela verde ma solo golden... mi sa che sono troppo dolci... ma sono nel paese delle mele scappo a prenderle eheehhe

andrea matranga ha detto...

ciao Tatiana, allora vai cosa aspetti
coriiiiiiiiiiiiiii altrimenti niente pappa,,ha,ha,

Gatadaplar ha detto...

Senti... non sono una grande amante del pesce, a parte che adoro l'orata e la trota salmonata in crosta di sale (e che faccio spessissimo...) ma... quando leggo/vedo le tue ricette... mi dai sempre un sacco di idee per nuove ricette! Probabilmente è proprio qui il "mio" problema... manco di fantasia nel cucinare il pesce... :P
Ti ringrazio tantissimo, quindi, e ti mando un bacione!!! =(^.^)=

andrea matranga ha detto...

ciao gatapard, allora che ci sto a fare???? chiamami sarò il tuo fantasista ...ha,ha un bacione ricambiato

daniela di roma ha detto...

ciao andrea girovagando sono capitata per caso nel tuo blog.Buonissima la sogliola con latte e mela,finalmente sono riuscita a far mangiare il pesce alle mie figlie.Che Dio ti benedica!Ho usato una mela annurca,ho fatto bene?Comunque hanno spazzato via tutto.Complimenti e a presto.

andrea matranga ha detto...

Ciao daniela. che bello grazie di avermi informato. Sono convinto che un bravo chef deve prima superare lo scoglio "cuccioli" sono i critici più esigenti, poi viene il resto. Per quanto rigurda il tipo di mele adoro le mele annurche e poi basta che loro si sono mangiati tutto, va pure bene.
Grazie a presto

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga