giovedì 14 febbraio 2008

Spaghetti alla chitarra di Gragnano al nero di seppia

spaghetti al nero di seppia


Essendo questo il periodo delle seppie, non potevo esimermi dal postare una ricetta classica ed allo stesso tempo di facile fattura.Il successo di questo piatto è sicuramente legato alla scelta di prodotti di prima qualità. In questa ricetta useremo gli spaghetti di Gragnano alla chitarra. Questi si ottengono con un impasto di grano duro il quale viene passato in uno strumento che prende il nome di chitarra (perchè somiglia allo strumento musicale). La pasta, passando tra le corde di questo strumento prende una forma cubica e non tonda come il normale spaghetto industriale. Questo consente allo spaghetto di non subire la violenza di una trafila d' acciaio. Tutto ciò fa sì che la pasta abbia una ruvidità tale che consente di far aderire in maniera eccellente la salsa con la quale si condisce.

Ingredienti per 4 persone:


320 gr. di spaghetti di alla chitarra di Granano

2 seppie grosse con sacca del nero

3 pomodori freschi

1 spicchio d'aglio,olio extra vergine do oliva,1/2 bicchiere di vino bianco,sale ,pepe, prezzemolo Q.B.



Procedimento:

Priviamo le seppie della loro sacca del nero con molta cautela (perché di facile rottura) e mettiamole in un ciotola, puliamo e tagliamo le seppie a filetti.
Aiutandoci con un coltello incidiamo una croce sui pomodori (tecnica che ci aiuta a spellarli)e immergiamoli per pochi secondi in acqua bollente. Spelliamoli, priviamoli della loro acqua di vegetazione e dei semini che si trovano all'interno. Questo è un processo molto importante perché questi componenti che noi andremo a levare conferiscono acidità al pomodoro. Tagliamo il pomodoro a filetti.
Mettiamo una padella con dell'olio extra vergine di oliva sul fuoco; appena caldo mettiamo l'aglio, appena si sarà dorato aggiungiamo la seppia e facciamo cuocere per tre minuti. Sfumiamo con il vino, non appena sarà evaporato abbassiamo la fiamma e aggiungiamo i filetti di pomodoro e subito dopo le sacche con il nero. Saliamo e pepiamo. Scoliamo gli spaghetti al dente e saltiamoli con il condimento aggiungendo il prezzemolo.

52 commenti:

antonella ha detto...

io non dico niente......

andrea matranga ha detto...

ciao antonella ; meno male, altrimenti chissà...

mike ha detto...

ma gli spaghetti li facesti tu?adoro il nero di seppia, ma no l'ho mai fatto con la pasta fresca...a proposito, ma la cipolla ci va o non ci va?ho una discussione in corso con un amico mio a riguardo...bacio

andrea matranga ha detto...

Cioa mike, gli spaghetti li ho comprati in un ipermercato ho solo spiegato la tecnica di preparazione....sull'uso della cipolla ,ci sono diverse filosofie di pensiero.Io personalmente non la uso perchè rischierei di far sentire troppi sapori escludendo quello principale che è della seppia.Questa metodologia di cottura io lo uso per il pesce sempre

Mirtilla ha detto...

Ma con sta pasta di Gragnano mi fai soffrireeeeeeeeeeeeeee
mirtilla

marcella candido cianchetti ha detto...

bella ricetta e poi ha un pregio è veloce,non è la giornata da passare davanti ai fornelli poi la pasta di gragnano ciao

Cookie ha detto...

Ciao Andrea, stupenda!! Pochi selezionati ingredienti e le tue manine (o manone?) d'oro!

antonella ha detto...

...Se avessi voluto dire , avrei detto che e` un secolo che non la mangio, che e`uno dei miei primi preferiti,che finalmente quando sono riuscita ad asportare il saccoccino che contiene il "nero" dalla seppia senza romperlo.....sono andata a vivere in un posto dove il nero seppia e` un colore.....

salsadisapa ha detto...

che meraviglia chef! quanto invidio la disponibilità di pesce dei posti di mare... qui non è facile trovare dell'ottimo pesce. ah: complimenti anche per il risotto ai fiori di zucca: presentazione splendida!

andrea matranga ha detto...

ciao Mirtilla,quello che è buono è buono.


ciao marcella ,grazie


ciao cookie,grazie, Manone, manone.



Ciao antonela, Mi fai morire hai un modo di essere ironica incredibile... ma come ti rapporti co sti britannici?


Grazie salsadisapa, sei gentile mi spiace che hai difficoltà a trovare del pesce di mare ,credo sia un dono meraviglioso del buon Dio

antonella ha detto...

domandina interassante......arresa sugnu!

Carmen ha detto...

ciao andrea
se uso il nero di seppia che vendono in bustina va bene comunque?

marcella candido cianchetti ha detto...

bona iunnatedda

andrea matranga ha detto...

Ciao Carmen, No!! assolutamente no. Il sapore è totalmente diferente.



Ciao Marcella,grazie ricambio.

Mirtilla ha detto...

Buondi..guarda cosa ho per te..

L'orgasmo ha sette fasi fondamentali
1.Asmatica:ah..ah...ah..
2.Geografica: qui....qui...
3.Matematica: di piu'..di piu'..
4.Religiosa:oh Dio..o mio Dio..
5.Suicida: ..sto per morire..
6.Omicida:..se ti fermi ti ammazzo!!!...
7.Scaramantica:..se non fai girare la barzelletta niente sesso per 5 anni..nemmeno petting..nada de nada!
Io non rischio!!
;D Mirtilla

andrea matranga ha detto...

Ciao Mirtilla, m..kia amica!!??? Cmq. forse ho trovato il modo di darmi una regolata !! ha,ha,ha,

Tatiana ha detto...

Che foto spettacolare anch'io voglio le seppie fresche!!!! Gli spaghetti alla chitarra neri.... uhnnnn devo farli appena smaltito le tagliatelle integrali che ho fatto l'altro giorno... beh se trovi un po' di sbavatura sul monitor è colpa mia :P

andrea matranga ha detto...

Ciao Tatiana , ma le leggi le risposte? In un commento mi hai chiesto di passare date, ma non posso hai il profilo bloccato..... per cui ho lo sblocchi oppure mi dai la tua link.

caravaggio ha detto...

buona domenica

Aiuolik ha detto...

Buooooniiii! Ho già fame e non credo sia perché si avvicina l'ora di pranzo!

Claire ha detto...

Ehi carissimo Andrea!
Grazie del passaggio! ;) Ma non hai visto che ti ho messo nel mio "meme": ti ho dato il "premio" di "You Make my day Award", ossia "tu illumini la mia giornata" col tuo blog! Complimenti!!!!
PS: ho appena fatto l'arista alle mele, ma mi sono fatta sgridare dalla mamma perché "non assomiglia a quella tradizionale"... la metto in linea stasera... mi dirai cosa ne pensi della mia versione francese?? :D
Buona domenica!!!!

andrea matranga ha detto...

Ciao claire passo subito da te non mi so9no accorto di nulla...col fatto che non conosco il francese non leggo guardo le foto...

andrea matranga ha detto...

Ciao caravaggio.

ciao aiuolik, grazie considerati invitato a cena

nino ha detto...

E la prima volta che vengo
a visitarti, anche se ho visto il
tuo nome moltooooo spesso, infine eccomi.
Cosa dire....ottime preparazioni e non poteva essere altrimenti.
Ciao
Nino

andrea matranga ha detto...

ciao nino ,grazie della visita.

MissK ha detto...

ma anche per il risotto devo mettere i pomodori?

andrea matranga ha detto...

Ciao benvenuta missk,Ottima domanda. Io differenzio le due preparazioni, nel risotto tendo non usare il pomodoro , ma se ti dovesse piacere almeno taglialo a cubetti.

Mirtilla ha detto...

Buon inizio settimana caro.
;D Mirtilla

caravaggio ha detto...

buon inizio di settimana

Claire ha detto...

Ehilà! Si mi spiace non ce l'ho fatta ieri sera... spero ce la faro' stasera...!
Le foto non sono eccezionali, eh, ti avverto! ;)
Buon inizio settimana!!!

Gloricetta ha detto...

Io solitamente ci faccio il risotto, ma questi spaghetti sono una favola! La seppia in totale deve cuocere circa 20 min.? Glò

andrea matranga ha detto...

Ciao mirtilla,grazie

Ciao marcella, grazie


ciao claire, passo9 al più presto.

ciao Gloricetta , da tanto che non ti vedo ,è un piacere sentirti. Si circa 20 minuti ...il pesce meno cuoce meglio è.

Ady ha detto...

Andrea ciaoooo, come và?
I tuoi spaghetti sono meravigliosi e poi gragnano, io ho lo stesso problema di mirtilla, soffro di nostalgia per la mia terra!
baci e buona settimana

Simona ha detto...

se metti queste foto a grandezza naturale finisce che azzanno il monitor. complimenti per questo succulento blog.

andrea matranga ha detto...

Ciao ady, lo so che significa la parola nostalgia....Noi meridionali soffriamo il mal d'Africa.


Ciao simona, benvenuta e grazie, no ti prego non farlo ti rovineresti quei magnifici denti che hai.

marcella candido cianchetti ha detto...

hai chiuso la cucina? bona iunnatedda

andrea matranga ha detto...

Ciao marcella, no ho soltanto rallentato perchè sto iniziando la preparazione di colombe artigianali.

miciapallina ha detto...

Andrea, che dire?
Hanno già detto tutto, ma non ce la faccio davvero!
E' troppo bella questa ricetta (vabbè..... le altre pure però!!).... mi piace troppo cucinare ma una cucina alla'altezza delle cose che fai.... me la sogno!
Sappi che anche se non commento, io di qui passo sempre, e che sei la causa della mia fame fame fame!!!!
un nasinasi dolcissimo tutto per te!

p.s. DEVO trovare una seppia (e chi me la pulisce... DEVO)

alessia ha detto...

Io sono senza parole!!! Credo che farti i complimenti sia scontato, ma io non posso farne a meno qusto blog è magnifico! I piatti sono spettacolari, le ricette spiegate benissimo le foto parlano da sole!! Complimenti davvero!! (menomale che ero senza parole!!)
Baci Alessia
Ps cercavo una ricetta per il sushi userò la tua Grazie!!

andrea matranga ha detto...

Ciao miciapallina, non dire ..... sei bravissima, cmq. un tuo segnale quando passi è sempre gradito. ciao



Ciao alessia,grazie e benvenuta. Aspetto notizie sulla riuscita del sushi.

Viviana ha detto...

Io davanti agli spaghetti al nero di seppia mi sciolgo... inizio a balbettare insomma non ci capisco più niente!! e la tua foto ha provocato in me la stessa reazione! :D

Adriano ha detto...

Questo è uno dei piatti preferiti da mia moglie e tu, come al solito, farcisci la ricetta con spiegazioni molto interessanti.
Il fegato della seppia non lo utilizzi?

andrea matranga ha detto...

Ciao Viviana, ammazza...che effetto che fa sta pasta??? non immaginavo proprio,grazie.


Ciao Adriano, i tuoi commenti sono sempre precisi e intelligenti.
Se esteriormente il fegato mi convince lo utilizzo altrimenti desisto..dipende anche da dove le pescano...bho?? forse è una mia fissazione.Sai può darti quel sapore amarostico che poi ti rovina la salsa.

Adriano ha detto...

Perdona se torno sull'argomento, le volte che lo utilizzi, a che punto lo inserisci? Quanta cottura gli dai? E da cosa capisci se è il caso di utilizzarlo, il colore o l'odore?

andrea matranga ha detto...

Ciao Adriano, non mi disturbi è il mio lavoro.Io lo inserisco di solito poco prima (1 minuto) delle sacche del nero...la qualità la capisco appunto dal migliore test... che esiste : olfatto e cromaticità. Sai se lo pescano vicino uno scarico di Diossina in Adriatico .....oppure non è molto fresca.

Adriano ha detto...

Grazie;-)

Christian ha detto...

buone le orecchiette, ma anche questi spaghetti alla chitarra non scherzano, bravo!

andrea matranga ha detto...

prego Adriano.


Ciao Cristian, grazie per le tue visite.

ilcatanese ha detto...

Sono le 22,00 e non ho ancora cenato...CHE FAME!
Complimenti per le ricette, tutte buonissime.
Ciao da : http://ilcatanese.blogspot.com

andrea matranga ha detto...

Ciao catanese buon appetito

Pixie ha detto...

Your food looks wonderful, I only wish I was able to read Italian. You left a comment on my cannoli's but sorry, I'm not sure what you wrote.

andrea matranga ha detto...

Ciao pxie, non parlo inglese, comunque grazie per la visita.

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga