domenica 13 gennaio 2013

Riso & riso




Questo è un piatto di ispirazione Marchesiana,  alla sua non mantecatura a freddo con l'acqua delle ostriche (mitico risotto alle ostriche di Gualtiero Marchesi) Io invece di utilizzare  le ostriche uso l'acqua dei ricci filtrata che inserisco  nel riso appena esso è pronto e  lontano dal fuoco mescolando come se fosse una vera e propria mantecatura. Poco prima ho fatto stracuocere con della curcuma e scalogno del riso Basmati  che poi ho frullato e filtrato ottenendo una consistenza morbida  che disporrò sul fondo del piatto, sopra di essa dispongo il riso venere lavorato con l'acqua dei ricci e infine  concludo con   una crudità di gambero rosso siciliano,  il tutto condito  con scaglie di sale affumicato danese e petali ..questi piatto viene servito appena tiepido. Il contrasto delle due consistenze del riso è motivo di riflessioni... 
 E questo è il resto.

3 commenti:

alessandra purificato ha detto...

Blog pazzesco, complimenti!
Una gran bella scoperta.
A presto,
Alessandra

Daniela Pubblica Amministrazione Stipendio ha detto...

Un piatto squsisito, io vado pazza per il riso ,mi piace mangiarlo in tutte le modalità.Ottima prersentazione.Un abbraccio

andrea matranga ha detto...

grazie

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga