domenica 9 dicembre 2007

Sfincione alla Palermitana


Visto che siamo in pieno clima Natalizio.
Ho deciso di pubblicare un tipico piatto delle festività Palermitane.

Sfincione Palermitano

Si narra che lo sfincione sia stato inventato, da alcune suore, all'interno del monastero di San Vito a Palermo.Lo sfincione non è altro che l’alter ego della pizza Napoletana.

A Palermo gli elementi base vengono arricchiti con della salsa di pomodoro ed altri ingredienti come acciuga e caciocavallo che danno loro un sapore diverso.

Nel palermitano, lo spincione è di origine contadina. A Bagheria è il tradizionale piatto principale del menù che si prepara il giorno prima di ogni festa natalizia (Immacolata, Natale, Capodanno ed Epifania).

Ingredienti:



Per preparare il nostro sfincione occorrono 250 gr di farina 00,250 gr. Di farina di rimacino, 25 gr di lievito di birra, 4 cipolle, 300 gr di caciocavallo tagliato a fettine,50 gr pecorino grattugiato, 100 gr di filetti di acciuga sott'olio, 500 gr di pomodori pelati, una manciata di origano, una manciata di pangrattato tostato, un pizzico di zucchero, olio extravergine d'oliva, sale e pepe nero.

Setacciate la farina ed impastatela con il lievito che avrete sciolto in poca acqua tiepida e con un pizzico di zucchero. Lavorate l'impasto con energia, aggiungendo acqua tiepida salata, il pecorino grattugiato,un pò di olio di conserva delle acciughine**, il tutto fino ad ottenere una pasta di morbida consistenza.

copritelo con un panno e lasciatelo lievitare per 1 ora.

Nel frattempo, affettate le cipolle sottilmente e fatele appassire in un tegame con un pochino d'olio extra vergine di oliva miscelato con un pochino dell’olio delle acciughine e qualche cucchiaio di acqua. Schiacciate con una forchetta i pomodori pelati ed uniteli alla cipolla, aggiustate di sale
( poco mi raccomando perché abbiamo parecchi ingredienti già salati) e di pepe, mettete un pizzico di zucchero e fate cuocere per 20 minuti .

Dopo che l’impasto è lievitato , manipolate la pasta con un paio di cucchiai d'olio e stendetela su una teglia unta anch'essa d'olio. Lo spessore della pasta stesa dovrà essere di circa 2 cm. A questo punto cospargete la superficie dell'impasto con le acciughe spezzettate, con le fette di caciocavallo ed infine con il sugo di pomodoro e cipolle. Spolverizzate con il pangrattato (tostato precedentemente in padella antiaderente ) e l'origano e fate riposare il tutto per 40 minuti. Trascorso questo tempo infornate il vostro sfincione nel forno preriscaldato a 220° e fatelo cuocere per 35-40 minuti.

** All’impasto aggiungete sia il pecorino che l’olio delle acciughe per dare più sapore alla pasta

24 commenti:

aracoco ha detto...

Non l'ho mai mangiato, però l'aspetto è molto invitante.
http://dolcienonsolo.myblog.it/

andrea matranga ha detto...

Ciao Aracoco.Non te ne pentirai!

AndreA ha detto...

Anche io non l'ho mai mangiato ma non immagini quanta voglia mi è venuta di mangiarne almeno un pezzetto!!! :-)

Ci prendi proprio per la gola eh???

Un abbraccio, a presto!! :-)

andrea matranga ha detto...

Ciao Andrea ,soddisfa la tua voglia, non tene pentirai.
Ciao

Paola ha detto...

Andrea
ho trovato il tuo commento da me e ti ringrazio...
vengo da te e mi si apre un mondo ...di cose meravigliose!!!!!

Stamattina ho un pò da fare, ma ti leggerò con moooolta attenzione!

Buona giornata e a presto!!

andrea matranga ha detto...

Grazie Paola .Ti aspetto!

Viviana ha detto...

Ciao Andrea!!! Lo sfincione mi manca... assai!!!! quasi quasi lo importo a Verona con la tua ricetta!!! Buonissimo inizio settimana e complimenti davvero per le tue ricette!!

andrea matranga ha detto...

Ciao Viviana, spero di essere utile alla causa !Grazie

Excalibur ha detto...

Il mio fidanzato palermitano mi farebbe una statua se gli preparassi lo sfincione!L'ho assaggiato una sola volta a palermo ma non mi ha entusiasmato..forse dovrei riprovare!
http://essenzaindivisibile.wordpress.com

andrea matranga ha detto...

Ciao excalibub,si il vero Palermitano impazzisce per lo sfincione ....purtroppo anche da noi non sono tutti che lo sanno fare bene,mi sa che devi provare la mia ricetta .Vedrai che cambierai idea.
Ciao.

Cri ha detto...

Non sono stata molto furba a venire a curiosare nel tuo blog a quest'ora.... non riesco a pensare da tanto il mio stomaco fa rumore!!!!!!

sluuurrrrppppp ;p

andrea matranga ha detto...

Ciao cri, piacere di conoscerti torna quando vuoi.

bian ha detto...

nooo...mi fai troppo ridere che hai scritto "lo spincione"!!!!!!! eheheh... ma era voluto?o ti è scappato un click dalla tastiera?

in ogni caso W lo spincione!

andrea matranga ha detto...

Ciao bian,benvenuta . Solo Una Palermitanaq DOC: può accorgersi di questa sfumatura...ebbene si l'ho fatto apposta aspettando qualcuno che se ne accorgesse...Complimenti!!

Anonimo ha detto...

sfincioneeeeeeee???? Che me ne mandi un pochino quassùùùùùùùùùù!!!
grazie per le belle parole!
un abbraccio caro chef!
Sandra Di Untoccodizenzero

andrea matranga ha detto...

Ciao Sandra ,pensa che ieri ho mandato 10 panettoni a torino a saperlo...un pezzo di sfincione magari...be alla prossima

De kokende mamma ha detto...

Andrea, ma la ricetta di Marco è geniale. Buon sangue proprio non mente, ma dimmi una coa, l'ha ideata o anche eseguita? Perché nel secondo caso ti mando subito Elianto a bottega appena compie 6 anni.

Ciao,

Barbara Da Amsterdam

andrea matranga ha detto...

Ciao Kokende,Solo ideata, per carità, lontano dai fuochi. ci siamo seduti attorno ad un tavolo e d io gli ho xchiesto di inventare una ricetta pensando quello che secondo lui è più buono...hoplà fatto

angie ha detto...

Ciao! Era da un bel pó che volevo fare lo sfincione, mi sa che mi hai dato l'impulso definitivo! :)

andrea matranga ha detto...

Ciao angie,Vai ...non essere timida buttati...ti riuscirà buonissimo...
Ciao e benvenuta!

Laura ha detto...

Ho appena mangiato ma ha ricominciato a brontolare lo stomaco....mi hai fatto tornare la fame! Ciao.

andrea matranga ha detto...

Attenta!!!Non Entrare troppo spesso nel blog ....altrimenti rischi d'ingrassare.

Anonimo ha detto...

Fatto ..buonissimo complimenti Andrea

andrea matranga ha detto...

Grazie anonimo...ma credo di sapere chi sei...Stefano vero?

©opyright 2007, tutti i diritti di questo blog sono riservati, a cura di Andrea Matranga